Le mie allieve predilette!

AleandraBelloni
Messaggi: 35
Iscritto il: 1 gennaio 1970, 2:00

Le mie allieve predilette!

Messaggioda AleandraBelloni » 18 novembre 2007, 12:59

[url]http://it.youtube.com/watch?v=hOVM96Y8m8k[/url]

[url]www.arsume.it[/url]

Kisses a tuttiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii

pizzicagnolo
Messaggi: 188
Iscritto il: 23 dicembre 2005, 15:10

Messaggioda pizzicagnolo » 18 novembre 2007, 14:25

chi ਠche ha fatto le inquadrature, un ginecologo?

pizzicagnolo
Messaggi: 188
Iscritto il: 23 dicembre 2005, 15:10

Messaggioda pizzicagnolo » 19 novembre 2007, 0:03

E durata la festa tutta notte?
A la donna vedeste le culotte?
Ed io che sono ahimਠrestato assente
l occhi non me lustrai manco pਠgnente;
ma ci ha pensato la Belloni adesso
(cose da fare ascevolire Ulisso!)
postandoci un balletto tarantato
che par da ‘n ginecologo filmato!
Ho imparato danza e, in fede mia,
pur ostetricia e ginecologia.
Ho apprezzato ballo e, in fede mia,
le nquadrature da colonscopia!

kukurni
Messaggi: 26
Iscritto il: 1 gennaio 1970, 2:00

Messaggioda kukurni » 2 dicembre 2007, 0:26

Aleandra hai proprio ragione, un kiss anche a te.



Leggete bene e inchinatevi di fronte a tanta Sapienza. Siete obsoleti, obliterati da menti finissime ed eccelse.

Siamo ormai ben oltre la cardio-pizzica e tutte le discipline aerobico-coeutico-tradizionali.

Siamo entrati nell era della della "Taran-t-ella come strumento di sviluppo personale e spirituale".

Pitagora era un pivello vicino a questa

P.S. questa signora sta facendo dei danni incalcolabili.

Iatromusica e Tradizione. La musica che modifica la natura e la disincanta".


Il laboratorio artistico – culturale che ha scandito già  lo scorso anno, a ritmo di taranta e tarantella, l inverno degli amanti, gli appassionati della storia, le tradizioni, la musica e la danza tradizionale del Sud Italia, ritorna non solo nel capoluogo, non solo per gli adulti e molto più lucana.

Iatromusica e Tradizione ਠun vero e proprio laboratorio sul movimento, un processo pedagogico il cui obiettivo ਠfavorire lo sviluppo personale e l espressione di se attraverso la pratica cosciente del movimento presupponendo come punto di partenza l abbinamento della dimensione di "macromovimento" del danzatore, con quella di "micromovimento", che si basa sul profondo ascolto dell organismo umano.


Da qui la scelta di proporre proprio la Danza Tradizionale ossia la Tarantella (nome generico delle Danze Popolari del Sud se pur ogni zona si differenzia dall altra: Pizzica-Salento; Tammurriata-Campania; Pastorale-Lucania; Carpinese-Gargano !) che ਠuna tradizione musicale antichissima, legata al fenomeno altrettanto antico del Tarantismo, diffusasi in tutta l Italia Meridionale di cui si documenta la sua azione terapeutica già  dal 1362 ("Sertum Papale de Venenis" di De Marra Da Padova).

Celebrazione autentica del percorso circolare della rigenerazione, il ciclo stesso della vita che si identifica con la DEA TARAN, la Taran-t-ella come Iatromusica, trasporta in un altro mondo e opera attraverso la catarsi una rinascita!



Attraverso la stimolazione della struttura corporea, con la Taran-t-ella, si riequilibrano le funzioni biologiche e si mettono in moto dei processi di guarigione.



La Iatromusica insegna ad ascoltare il proprio corpo, ad individuare i bisogni fondamentali cercando di offrire gli strumenti che aiutano ad esprimersi a partire da ciò che si desidera veramente.



L'iniziativa ਠorganizzata da Maria Anna Nolà¨, presidente dell Associazione Culturale IATRIDA (danze iatriche) di Potenza.

I corsi pratici teorici: danze tradionali (Pizzica salentina, Tammurriata campana, Carpinese, Montemaranese e protagonista indiscussa la tarantella Pastorale dell area calabro-lucana); propedeutica al movimento – iatromusica - percussione (tecniche di suono su Tamburelli a cornice).

RonnaPaulina
Messaggi: 191
Iscritto il: 1 gennaio 1970, 2:00

Messaggioda RonnaPaulina » 2 dicembre 2007, 13:15

Tarantella, dalla DEA TARAN...

Mark Twain diceva che anche Mosਠe Mendelssohn hanno lo stesso nome, basta sostituire a "osà¨" "endelssohn" e il resto ਠuguale. :D :D :D

... filologia secca, direbbe Paolo Rossi (v. La Fola dal Magalà s).

Avvocatista
Messaggi: 335
Iscritto il: 1 dicembre 2005, 12:39
Contatta:

Messaggioda Avvocatista » 2 dicembre 2007, 17:58

Temo che questa fantastica neo-guartrice sarà  la degna erede di Aleandra, ma molto più agguerrita e spaventosamente colta, direi orribilmente colta.

Colgo anche l'occasione per salutare tutti voi.

Ho un forte disequilibrio delle funzioni biologiche, pertanto, ho deciso di iscrivermi al suo corso di Taran-t-nutella.

Anche perchਠvorrei che mi spiegasse meglio la storia della "Taran-t-ella lenta", la famosa Tam-mur-ria-ta.

Ho parlato anche con il Prof. Pino Gala, si iscrive anche lui.

Scaldaferri, Giannattasio, Mirizzi, Guizzi, De simone e altri della compagnia già  si sono iscritti.

Addio,
scrivetemi, mi racomanto
(ecco, già  sbaglio l'ortografia)

Avatar utente
quirino
Messaggi: 225
Iscritto il: 1 gennaio 1970, 2:00

Messaggioda quirino » 3 dicembre 2007, 12:51

E allora co le ttammurriate veloci come la mettiamo?
Che sò polke velocizzate?

Avvocatista
Messaggi: 335
Iscritto il: 1 dicembre 2005, 12:39
Contatta:

Messaggioda Avvocatista » 3 dicembre 2007, 13:07

Quirì, questa da te proprio non me l'aspettavo.

Le Tam-mur-ria-te veloci altro non sono che Sal-ta-re-lli LENTI (volgarmente detti Sal-ta-re-lli della mattonella).

Studia Quirì, studia.


Torna a “Humor e aneddoti”