Organetto...... tanto per dire!!

5
83%
0
Nessun voto
0
Nessun voto
0
Nessun voto
1
17%
 
Voti totali: 6

Donato91
Messaggi: 69
Iscritto il: 1 gennaio 1970, 2:00

Organetto...... tanto per dire!!

Messaggioda Donato91 » 19 settembre 2007, 19:21


Avatar utente
Luca/
Messaggi: 410
Iscritto il: 6 aprile 2006, 22:40

Messaggioda Luca/ » 19 settembre 2007, 19:27


Avatar utente
Ialma
Messaggi: 681
Iscritto il: 5 ottobre 2003, 14:56
Località: BA
Contatta:

Messaggioda Ialma » 19 settembre 2007, 21:52

Ultima modifica di Ialma il 20 settembre 2007, 10:13, modificato 5 volte in totale.

Avatar utente
Luca/
Messaggi: 410
Iscritto il: 6 aprile 2006, 22:40

Messaggioda Luca/ » 20 settembre 2007, 1:37


Donato91
Messaggi: 69
Iscritto il: 1 gennaio 1970, 2:00

Messaggioda Donato91 » 20 settembre 2007, 9:41

Ultima modifica di Donato91 il 20 settembre 2007, 11:53, modificato 3 volte in totale.

giannino
Messaggi: 568
Iscritto il: 27 luglio 2003, 12:59
Località: Paris
Contatta:

Messaggioda giannino » 20 settembre 2007, 10:29

Ho saputo che a massafra eri iscritto tu ed un bambino di 12 anni che aveva appena preso la prima lezione d'organetto...
a no forse quello eri tu!!!
scherzi a parte.
La questione ਠannosa e se ne sta parlando in questi giorni sul sito,www.organetto.it di Mario Salvi.
Tra l'altro mi sa che un certo Donato anche su quel sito ha dato prova della sua ostilità  verso il nuovo che avanza (penso sia lo stesso donato di qui).
questi i link, direi interessanti

http://organetto.ning.com/forum/topic/show?id=667930%3ATopic%3A603

http://organetto.ning.com/forum/topic/show?id=667930%3ATopic%3A5

Io sono di un'opinione: se devo fare un tarantella calabrese bella veloce e "tradizionale", ਠLOGICO che preferisco un du'bbotte....se devo fare pezzi miei che arrangio sul 18 bassi, NATURALMENTE preferisco un 18 bassi. Facciamo che la cosa più giusta ਠche ognuno suona la propria musica sullo strumento che più gli piace?
Tra l'altro ਠstato scritto su quel forum da un gran conoscitore di questo strumento, che i 18 (ma anche più) bassi e gli organetti semicromatici sono nati IMMEDIATAMENTE dopo la nascita dello strumento, dando POI vita alla fisa cromatica. Allora perchਠconsiderarli a tutti i costi dei mostri???

Donato91
Messaggi: 69
Iscritto il: 1 gennaio 1970, 2:00

Messaggioda Donato91 » 20 settembre 2007, 11:50

Hai ragione forse sono stato un po'troppo impulsivo.
Infondo come dice Ialma non ਠlo strumento he conta ma come si suona! :D

NB:cmq a Massafra c'erano più di 200 iscritti. :?

Non c'ਠsolo Donato di organetto.ning.it ma anche GianniSemeraro conosciuto come Giannino,vero?

pizzicagnolo
Messaggi: 188
Iscritto il: 23 dicembre 2005, 15:10

Messaggioda pizzicagnolo » 20 settembre 2007, 14:22

Ultima modifica di pizzicagnolo il 22 settembre 2007, 14:27, modificato 1 volta in totale.

Avatar utente
Ialma
Messaggi: 681
Iscritto il: 5 ottobre 2003, 14:56
Località: BA
Contatta:

Messaggioda Ialma » 22 settembre 2007, 14:20

Stavo leggendo la discussione linkata sul sito di Mario Salvi e adesso mi sono un po più chiari i termini della questione e credo che ci si possa esprimere sono a titolo personale, visto che almeno nella musica, regole non dovrebbero essercene.
Personalmente a me l organetto piace com à¨.
Ho un otto bassi standard, SENZA il tasto girato perch੠per le mie esigenze e per il repertorio che amo suonare non ਠfunzionale.
Anzi. Non mi permette ad es. di suonare parecchi stili che prevedono gli staccati dell apri e chiudi per avere la ritmica giusta.
Con due file con scala diatonica posso scegliere in quale tonalità  suonare una serie di brani che possono essere suonati su una sola fila.
A mio personalissimo avviso, la scelta della tastiera del 18 bassi dipende da un sacco di fattori, primo su tutti il repertorio da suonare.
Ma l idea di modificare radicalmente anche la prima fila non mi convince per nulla.
Più che altro perchਠlo strumento smette di essere un organetto diatonico per diventare una fisarmonica monca.

p.s. : forse ਠil caso per un discorso di privacy di non utilizzare i nomi reali.

giannino
Messaggi: 568
Iscritto il: 27 luglio 2003, 12:59
Località: Paris
Contatta:

Messaggioda giannino » 23 settembre 2007, 17:18

Si ialma, la tua argomentazione mi convince, anche se non sarei così drastico sulla lieve modifica anche sulla prima fila.
In fondo, già  "girare" il tasto sulla seconda, cambia copmlpletamente la filosofia dell'organetto classico a due file, che vuole la prima con la scala diatonica fondamentale e la seconda fila con la scala diatonica della sottodominante.
In parole spicciole, in un organetto sol/do, girare il sol sulla seconda fila fa sì che si perda la diatonicità  sulla fila del do appunto.
E' lo stesso tipo di modifica (grossomodo) che io andrei a fare sulla prima fila (ma ho appena saputo che mi servono un sacco di soldi per cambiare completamente la mia tastiera, e quindi ho rimandato di un po').

Non definirei un organetto così modificato "fisarmonica monca". Ricordiamoci che la differenza fondamentale tra organetto e fisarmonica, prima che la diatonicità  (che negli organetti con più bassi di 2 non esiste più) ਠla bitonicità , che io comunque conserverei sulle due file classiche.

Avatar utente
Yerushalom
Messaggi: 30
Iscritto il: 27 marzo 2006, 17:00
Località: Andria (Bari) Bologna (Università)
Contatta:

Messaggioda Yerushalom » 18 ottobre 2007, 16:38


Frag
Messaggi: 331
Iscritto il: 10 dicembre 2005, 21:19
Località: Sava (Ta)
Contatta:

Messaggioda Frag » 18 ottobre 2007, 19:29


giannino
Messaggi: 568
Iscritto il: 27 luglio 2003, 12:59
Località: Paris
Contatta:

Messaggioda giannino » 19 ottobre 2007, 1:20


Damiano
Messaggi: 528
Iscritto il: 10 novembre 2003, 22:10

Messaggioda Damiano » 19 ottobre 2007, 19:04


Avatar utente
Yerushalom
Messaggi: 30
Iscritto il: 27 marzo 2006, 17:00
Località: Andria (Bari) Bologna (Università)
Contatta:

Messaggioda Yerushalom » 20 ottobre 2007, 3:11


Frag
Messaggi: 331
Iscritto il: 10 dicembre 2005, 21:19
Località: Sava (Ta)
Contatta:

Messaggioda Frag » 20 ottobre 2007, 10:17


tamburellista
Messaggi: 226
Iscritto il: 1 gennaio 1970, 2:00

Messaggioda tamburellista » 20 ottobre 2007, 10:41


Damiano
Messaggi: 528
Iscritto il: 10 novembre 2003, 22:10

Messaggioda Damiano » 20 ottobre 2007, 13:35



Torna a “Gli strumenti musicali: compravendita, uso e manutenzione”