Il CD NDT firmato Sparagna: Daniele Durante alla riscossa !

LUMAURIZIU
Messaggi: 167
Iscritto il: 28 agosto 2003, 18:30
Località: Lecce

Il CD NDT firmato Sparagna: Daniele Durante alla riscossa !

Messaggioda LUMAURIZIU » 9 agosto 2007, 17:15


Damiano
Messaggi: 528
Iscritto il: 10 novembre 2003, 22:10

Messaggioda Damiano » 9 agosto 2007, 17:26


Avvocatista
Messaggi: 335
Iscritto il: 1 dicembre 2005, 12:39
Contatta:

Messaggioda Avvocatista » 9 agosto 2007, 17:32


Damiano
Messaggi: 528
Iscritto il: 10 novembre 2003, 22:10

Messaggioda Damiano » 9 agosto 2007, 17:36


nachiru
Messaggi: 73
Iscritto il: 1 gennaio 1970, 2:00

Messaggioda nachiru » 9 agosto 2007, 20:08


Michael
Messaggi: 6
Iscritto il: 1 gennaio 1970, 2:00

Messaggioda Michael » 9 agosto 2007, 21:07


Avatar utente
Livio
Messaggi: 102
Iscritto il: 7 ottobre 2003, 21:36
Località: San Pancrazio Salentino (BRINDISI)
Contatta:

Re: Il CD NDT firmato Sparagna: Daniele Durante alla riscos

Messaggioda Livio » 10 agosto 2007, 9:01

[quote:084c4b7b5b="LUMAURIZIU"]Con questa spinta sono andati ad ascoltare, a Roma, l Orchestra della Notte della Taranta ed acquistare i Cd "La notte della taranta 2006".[/quote:084c4b7b5b]
Scusate ma io in edicola in questi giorni in allegato al Quotidiano ho trovato l'edizione del 2005. Quella del 2006 dove ਠpossibile trovarla?!? Solo a Roma?!?

DanieleMorciano
Messaggi: 136
Iscritto il: 23 settembre 2003, 0:40
Località: Felline (LE)
Contatta:

Messaggioda DanieleMorciano » 10 agosto 2007, 10:13


peppe21
Messaggi: 103
Iscritto il: 14 giugno 2005, 10:23
Località: squinzano
Contatta:

Messaggioda peppe21 » 10 agosto 2007, 12:51


Liolà
Messaggi: 87
Iscritto il: 4 maggio 2006, 21:56
Località: Cutrofiano

Messaggioda Liolà » 10 agosto 2007, 18:04


peppe21
Messaggi: 103
Iscritto il: 14 giugno 2005, 10:23
Località: squinzano
Contatta:

Messaggioda peppe21 » 11 agosto 2007, 16:51

tanto x la cronaca...ieri sera a Martignano ho incontrato un amico che mi ha detto di aver comprato il cd la mattina, di averlo messo su e alla setsa canzone di aver spento tutto...
ora, io non l'ho ancora comprato, ma viste le vostre reazioni non mi sento tanto invogliato a farlo, non tanto x i 10 €, quanto x la delusione che potrei provare ascoltandolo...che faccio, lo compro? :?: :?: :?:
PS- quest'amico ADORA come me il CD di COPELAND, quindi non ਠuno che dev'esere x forza un tamburello una chitarra e un organetto!!!

nachiru
Messaggi: 73
Iscritto il: 1 gennaio 1970, 2:00

Messaggioda nachiru » 11 agosto 2007, 20:16

oggi sulla gazzetta SPARAGNA ha colpito ancora!

federico.capone
Messaggi: 160
Iscritto il: 25 ottobre 2003, 13:30
Località: Cavallino (le)
Contatta:

Messaggioda federico.capone » 13 agosto 2007, 11:04

Prendo spunto dall'articolo a firma di Daniele Durante, persona che non conosco personalmente ma che ho avuto modo di apprezzare dal punto di vista professionale, apparso qualche giorno addietro su "La Gazzetta del Mezzogiorno" a proposito del cd della Notte della Taranta edizione 2006 e delle melodie "popolari" del Salento "rivisitate" da Ambrogio Sparagna.
Non ho ascoltato il cd che, non discostandosi dai precedenti, dovrebbe raccogliere i migliori brani del concertone di Melpignano, e, proprio per questo, non credo sia, dal punto di vista musicale, un prodotto talmente peggiore o notevolmente migliore di quanti ne girino nel Salento.
Dal punto di vista etnomusicologico ਠuna ulteriore testimonianza di come il Salento e la sua musica vengono oggi proposte, nulla di più e, alla fine, ਠgiusto che sia così, essendo il frutto di un operazione di marketing, che può piacere o meno, ma sicuramente azzeccata, stando ai risultati che sono limitati, comunque, a creare e promuovere un grande evento mediatico.
Per quanto riguarda le melodie "rifatte" ex novo da Sparagna, sono da considerarsi pur sempre frutto di una logica commerciale che a me personalmente non piace, soprattutto quando attuata con soldi pubblici.
Che negli anni Settanta ci siano stati dei ricercatori che "per amore", come dice Durante, si siano occupati del folklore e del suo recupero, non per forza dev essere inteso come un fatto positivo o solamente positivo. Non bisogna dimenticare che proprio da quella stagione "romantica", accanto ad un ampia raccolta di dati, la maggior parte dei quali ancora oggi fondamentali per la storia delle tradizioni popolari, sono venuti fuori dei falsi storici che possono essere paragonati a quelli che pare oggi stia attuando Sparagna: nel primo caso si ਠtrattato di remixare e indirizzare in un certo modo la visione del mondo popolare, nell'altro si cerca di remixare la musica per poi proporla standardizzata ad un pubblico più o meno ampio; in entrambi i casi, il tirare in ballo l etnomusicologia costituisce una sopravvalutazione di un problema che non esiste.
L approccio storico alla musica popolare ਠinfatti, anche per l etnomusicologo, propedeutico a quello antropologico e sociologico. Per una analisi scientifica si deve partire da dati di fatto, e questo ਠindispensabile oggi più di prima, vista la grande mole di materiale raccolta, anche negli anni Settanta, e messa a disposizione del pubblico più ampio, oltre che degli studiosi.
Stando ai dati di fatto nessuno può affermare, con certezza, quale melodia sia "più originale" di un altra, al massimo si potrebbe fare un analisi sulla diffusione nello spazio e nel tempo della stessa, sulla sua funzione, etc.
Per quanto riguarda i diritti d autore, nessuno mette in dubbio che depositare un brano popolare facendolo passare per proprio, sia operazione eticamente poco corretta, soprattutto se fatta con l intenzione di richiederne successivamente i diritti.
Ma su questo Sparagna detiene un unico primato che evidentemente pesa: ਠil primo non salentino ad averlo fatto con i nostri brani.
Già  negli anni Settanta, un po in tutta Italia, i vari gruppi di riproposta, dopo aver registrato un brano, lo risuonavano (a modo loro), e talvolta lo depositavano alla Siae.
Ma ci sono anche altri esempi eccellenti, nel Salento, basti qui citare, fra i tanti, Tito Schipa e il Sud Sound System.
Del primo vale la pena ricordare "Quandu te llà i la facce", brano di chiara origine popolare del quale non non essendo nota la melodia originale, si prende per "popolare" quella del più grande tenore leccese di tutti i tempi, che riprese il testo, con ogni probabilità , dalla raccolta del Gigli o da quella del D Amelj.
Il Sud Sound System invece ha nel suo repertorio, fra le altre, "Azzate San Giuanni e nu durmire" (Petrachi, Rinaldi, Costanza), anche questo brano di origine popolare.
Il merito di questi artisti, a mio parere, ਠstato duplice: innanzitutto hanno fatto conoscere dei brani di origine popolare fuori dal proprio contesto, in secondo luogo (sopratutto per quanto riguarda il Sud Sound System) hanno contribuito a mantenerli in vita, se non addirittura a rivitalizzarli, fra i giovani.
Ora, l etnomusicologo, sa che questi due brani non sono originali, ne prende atto e passa avanti o al contrario, se ritiene opportuno, approfondisce, di sicuro non grida allo scandalo, perchà©, in fondo, non c ਠnessuno scandalo.
Sta poi alla sensibiltà  dell artista ritenere determinate logiche positive o negative, ma questo con l etnomusicologia c entra poco.


fc

march
Messaggi: 221
Iscritto il: 29 maggio 2003, 15:13
Località: Milano
Contatta:

Messaggioda march » 28 agosto 2007, 18:00


raheli
Messaggi: 348
Iscritto il: 24 agosto 2004, 17:43
Contatta:

Messaggioda raheli » 4 settembre 2007, 8:14


Ciccio
Messaggi: 38
Iscritto il: 1 settembre 2003, 12:07
Località: Bologna

Messaggioda Ciccio » 4 settembre 2007, 13:16


nachiru
Messaggi: 73
Iscritto il: 1 gennaio 1970, 2:00

Messaggioda nachiru » 4 settembre 2007, 19:31


giannino
Messaggi: 568
Iscritto il: 27 luglio 2003, 12:59
Località: Paris
Contatta:

Messaggioda giannino » 7 settembre 2007, 14:14


raheli
Messaggi: 348
Iscritto il: 24 agosto 2004, 17:43
Contatta:

Messaggioda raheli » 7 settembre 2007, 16:25



Torna a “Festival, concerti ed eventi organizzati”