I "Maledetti guai" di Zoè: parliamone un po'

laperuginapizzicata
Messaggi: 115
Iscritto il: 5 aprile 2009, 15:21
Località: Perugia
Contatta:

I "Maledetti guai" di Zoè: parliamone un po'

Messaggioda laperuginapizzicata » 4 agosto 2009, 21:28

Carissimi, oggi mi è finalmente arrivato l'ultimo cd di Zoè, un album che mi sta scoppiando dentro tirannicamente.
Ne vorrei parlare un po' convoi, o meglio vorrei leggere le vostre opinioni.
Io lamia l'ho pubblicata in un articolo nel mio blog all'indirizzo http://musicadatoredintorni.blogspot.com.
Aspetto vostri scritti, in attesa vi saluto affettuosamente,
Valentina.

laperuginapizzicata
Messaggi: 115
Iscritto il: 5 aprile 2009, 15:21
Località: Perugia
Contatta:

Re: I "Maledetti guai" di Zoè: parliamone un po'

Messaggioda laperuginapizzicata » 4 agosto 2009, 21:50

Scusate cari amici, ma l'indirizzo web che vi ho dato è scorretto.Per leggere le mie opinioni su "Maledetti guai" dovete andare su http://musicadautoredintorni.blogspot.com.
In attesa di vostre nuove vi saluto con stima e affetto,
Valentina.

laperuginapizzicata
Messaggi: 115
Iscritto il: 5 aprile 2009, 15:21
Località: Perugia
Contatta:

Re: I "Maledetti guai" di Zoè: parliamone un po'

Messaggioda laperuginapizzicata » 10 agosto 2009, 9:52

Cari amici, da oggi in poi mi impegno a riassumere brevment le recensioni che stano nel mio blog, allorquando apro qualche topic.
L'album di Zoè, secondo me, è un dic dove il Salento, invece di esseretirann, si riduc ad un'eco fortissima anche se spsso silenziosa.
La telluricità di "Sangue vivo", a cui rmindano brani com A mammata" o "Cu li suspiri", viene mediata dall'interiorità de "Il miracolo", a cui rimandano brani come "Liknon" o "Pizzicanella", ch anzi può essere presa a paradigmadi queta caratteristica.
E' un cd dove l'organetto, dominatore incontrastato dell'ultima produzione di Zoè, da "Sangue vivo in poi, si mette un po' in disparte, per lascare spazio agli strumenti a corda, le cu atmosfere pssono invece ricordare "Terra".

Interessant sno i du brani in lingua italiana: la pizzicapizzica "A mammata", che io ritengo liberatoria nonostant la suaproverbiale e bellissima stanchezza, e la "tarantella africnanata" "Maledetti guai".
Dei brani in griko non vi parlo, vorrei che provaste a farlo voi, perché, sarò ignorante o tradizionalista, ma non li capisco.


Torna a “Recensioni di cd e altri prodotti editoriali”