Officina Zoè

lalla
Messaggi: 8
Iscritto il: 8 agosto 2003, 9:35
Località: Acquarica del capo
Contatta:

235

Messaggioda lalla » 18 settembre 2003, 13:17

Cosa pensate degli zoé? Io mi sono innamorata della pizzica ascoltando “terra” il loro capolavoro fatto di canti d’amore e pizziche tarantate, di brani tradizionali strappati al silenzio delle campagne e nuove composizioni risucchiate nel vortice del passato, immesse nel respiro circolare della cultura popolare Salentina. Il "battito" vitale di Lamberto Probo e Pino Zimba, le penetranti linee vocali di Cinzia Marzo e Raffaella Aprile, organetti, nacchere, violini, flauti e chitarre si avvitano ed esplodono in una musica magica che trasporta mente e corpo… Con il passare degli anni i componenti sono cambiati, il successo ha forse dato un pò alla testa a coloro che sono rimasti, ma l’Officina degli zoé continua a sfornare musiche stupende dal sapore ancestrale! Nel nuovo film di Winspeare la colonna sonora é stata fatta da Cinzia Marzo e Donatello Pisanello ed é stata eseguita dagli Zoé. E’ uscito fuori un bellissimo risultato: le voci sembrano mescolarsi ai colori pungenti della città  di Taranto in un’ alchimia di sapori e sentimenti forti; persino i pensieri più nascosti dei protagonisti sembrano materializzarsi in sensazioni reali attraverso la musica.. [addsig]

kalascima
Messaggi: 42
Iscritto il: 14 luglio 2003, 21:41
Località: Alessano (Le) quando voglio ; Roma quando devo!
Contatta:

238

Messaggioda kalascima » 18 settembre 2003, 14:06

ciao lalla, sono daccordo con te riguardo alla prima parte del  discorso.Gli zoé hanno fatto innamorare me, e molti altri giovani(e nn...)come me, della musica salentina....hanno creato una sonorità  nuova e molto + coinvolgente...Il problema é: gli zoé sono ancora capaci di seguire l'alto livello che fu di "Terra" e di "Sangue Vivo"?secondo me l'uscita di Zimba, Miggiano ed Aprile hanno rivoluzionato la sonorità  del gruppo(in peggio...).Ciò ha restituito un posto di (giusto)rilievo al grande Pisanello, ma, allo stesso tempo ha privato la musica degli Zoé di quella capacità  di "trasportare" l'ascoltatore che li caratterizzava.Mancano i controcanti e la forza espressiva di un tempo...le stesse canzoni di sangue vivo(li ho ascoltati a Castrignano dei Greci,NdT) sembrano delle versioni totalmente riduttive di quelle che gli zoé offrivano ai tempi di Zimba, Aprile e Miggiano.Forse gli Zoé rischiano di diventare un gruppo che campa di storia(di nome...)?Io spero tanto di no, ma, per adesso, é questa la via che,purtroppo, stanno intrapendendo....Travolgente mi sembra invece la musica degli Zimbaria, con il grande Zimba che conferma d essere uno dei migliori tamburellisti salentini(avendo anche alle spalle una tradizione, quale quella dei tamburellisti di Aradeo, fra le più importanti nel salento).La gente continua a seguire i concerti degli Zoé, si, ma é evidente quanto ,musicalmente parlando, c sia stato un calo a picco...opinioni personali, come sempre.Salutami il Salento che qui a Roma fa freddo!Andrea Morciano

[addsig]