il mio ultimo concerto di Officina Zoe

Avatar utente
lapo
Messaggi: 167
Iscritto il: 20 gennaio 2005, 15:41
Località: firenze-bari
Contatta:

il mio ultimo concerto di Officina Zoe

Messaggioda lapo » 23 marzo 2007, 18:20


march
Messaggi: 221
Iscritto il: 29 maggio 2003, 15:13
Località: Milano
Contatta:

Messaggioda march » 23 marzo 2007, 19:02


tarantune
Messaggi: 375
Iscritto il: 3 agosto 2004, 20:10
Località: parabita
Contatta:

Messaggioda tarantune » 24 marzo 2007, 16:06

Amen!!!
caro march, sai già  come la penso e come le emozioni e gli emosuoni vissuti in una piacevole e tranquilla serata a casa mia mi ripagano meritatamente di tanti anni di palco,ora inteso come valvola di sfogo, ora inteso come insipida autoaffermazione del sé,ora come ahimé luogo di lavoro e di precario sostentamento.....poche volte luogo di piacere...perciò ho fatto una scelta ben precisa, e ora, se succede che mi ci ritrovo su a suonare lo faccio molto più spensieratamente,ma di gran lunga preferisco l'atmosfera che si crea nelle serate in compagnia tua, del sommo fratello di corde Leone Marco Bartolo,del'avvenente e intrigante Morabito,a gli incontri casuali di incanto con Dario Muci, con Enza Pagliara,con Cinzia Villani, con Maria Mazzotta,nella semplicità  esclusiva dello stare insieme...fino all'intima atmosfera familiare dei canti con Franco,la zia Gina lu Ntoni e la Rita che mi hanno riempito il cuore a mi hanno dato quello che in tanti anni non pensavo mai più di poter trovare ovvero quella genuinità  dei rapporti,quella autenticità  del canto,e la sapienza dei cunti ,che hanno rappresentato una parte del mio vissuto e che niente altro mi poteva restituire....Sinceramente e fortunatamente vivendomi ancora queste situazioni e prego il signore che continui a farmele vivere, ho poco interesse a cercare altro, e se ci capito in un concerto é spesso per il piacere di salutare e sentire degli amici che la pensano più o meno così...
March mena e scindi ca nde facimu nna sunata ok?????

march
Messaggi: 221
Iscritto il: 29 maggio 2003, 15:13
Località: Milano
Contatta:

Messaggioda march » 25 marzo 2007, 16:43

Amen. Con la lacrimuccia.

raheli
Messaggi: 348
Iscritto il: 24 agosto 2004, 17:43
Contatta:

Messaggioda raheli » 27 marzo 2007, 10:47


Avatar utente
lapo
Messaggi: 167
Iscritto il: 20 gennaio 2005, 15:41
Località: firenze-bari
Contatta:

Messaggioda lapo » 28 marzo 2007, 15:24

Roberto

la ricerca (la fanno i ricercatori)
la contaminazione e la creazione di "roba nuova" (la fanno i Musicisti)
la tradizione (la fa la gente, giu'dal palco)

il 98% della riproposta salentina prova a mettere tutto assieme, e sale sul palco.

Aramire', e'riuscita a fare bene in passato, nel difficile equilibrio fra riproposta, ricerca e creazione secondo moduli tradizionali. se ora si ripensa, mi sembra anche meglio.

certo che le meditazioni porteranno a nuovo slancio, interiore o esteriore che sia, buon lavoro



paolo

NiuriTeSule
Messaggi: 6
Iscritto il: 15 luglio 2003, 21:30
Contatta:

Messaggioda NiuriTeSule » 29 marzo 2007, 22:26

Scaletta del concerto di Officina Zoé a Firenze (dove é andato Lapo):

1) s.Paulu :Tradizionale
2) La carrozza:Tradizionale
3) Allu sciardinu: tradizionale
4) Anima Bella: tradizionale
5) Pizzica Tarantata: tradizionale
6) vulia cu'bbessu: tradizionale
7) Don Pizzica: la sapete...
8) Jentu: la sapete
9) Kali nifta: tradizionale
10) Tamai: tradizionale
11) Lu rusciu te lu mare (tradizionale?)
12) Sale: tradizionale
13) Santu Paulu: la sapete

Hai ragione Lapo: non c'é più tradizione
Giorgio Doveri

Avatar utente
lapo
Messaggi: 167
Iscritto il: 20 gennaio 2005, 15:41
Località: firenze-bari
Contatta:

Messaggioda lapo » 30 marzo 2007, 1:15

caro Giorgio,
mi spiace se sono sembrato aggressivo verso chi ha suonato. Non ne avevo l'intenzione(**).

comunque credo che la lista di pezzi che hai elencato non é in contraddizione con quello che ho scritto.

credo di non essere capace di spiegarmi diversamente da quanto ho detto nel primo post.

ammetto che tendo a meditare eccesivamente su lati della musica tradizionale (umani e simbolici) che qualcuno può considerare secondari. ma per me sono centrali.


(**se ho pagato 8 euro per vedere Officina Zoé é perché conosco i loro album e i loro concerti, e li apprezzo)

Avatar utente
quirino
Messaggi: 225
Iscritto il: 1 gennaio 1970, 2:00

Messaggioda quirino » 30 marzo 2007, 7:52

Mah secondo me gli Zoé hanno azzecato alcune cose, tipo la fluidità  dell'album Terra, é un album che score che suona bene per quanto molte parti secondo me potevano essere suonate meglio o quanto menno un po più spigliate. E poi hannoa zzeccato la belle zza d alcuni brani composti ed eseguiti per sangue vivo...però però... dal vivo du palle, quanto meno tutte le volte che sono venuti a Roma.
Ora poi, ascoltando gli ultimi lavori, che io stroncherei un po di meno, malgrado l'assenza dei nomi illustri, non é che ci sia un gran che da dire, come dire, senza infamia e senza lode.
Ritornando ai concerti poi ho la sensazione che a volte non abbiano mota voglia di suonare e altre volte si.

Avatar utente
lapo
Messaggi: 167
Iscritto il: 20 gennaio 2005, 15:41
Località: firenze-bari
Contatta:

Messaggioda lapo » 30 marzo 2007, 17:01


lorenzo
Messaggi: 48
Iscritto il: 1 gennaio 1970, 2:00

Messaggioda lorenzo » 1 aprile 2007, 15:46


Avatar utente
quirino
Messaggi: 225
Iscritto il: 1 gennaio 1970, 2:00

Messaggioda quirino » 3 aprile 2007, 8:29


luna11
Messaggi: 10
Iscritto il: 9 aprile 2005, 14:44
Località: Massa Carrara
Contatta:

Messaggioda luna11 » 4 aprile 2007, 14:08


giannino
Messaggi: 568
Iscritto il: 27 luglio 2003, 12:59
Località: Paris
Contatta:

Messaggioda giannino » 4 aprile 2007, 23:00


NiuriTeSule
Messaggi: 6
Iscritto il: 15 luglio 2003, 21:30
Contatta:

Messaggioda NiuriTeSule » 5 aprile 2007, 18:19


CarloTrono
Amministratore
Messaggi: 977
Iscritto il: 11 maggio 2003, 11:06
Località: Copertino (Lecce)
Contatta:

Messaggioda CarloTrono » 6 aprile 2007, 0:32

Mi permetto umilmente di dire la mia.
Credo che si stia equivocando il concetto che Lapo voleva esprimere e discutere. Per quello che leggo io, nel primo intervento di Lapo, così come nei successivi, non c'é alcuna intenzione di dubitare della indubbia importanza degli Zoé nel panorama della musica [u:d06b9bb730]di riproposta[/u:d06b9bb730] salentina. Sinceramente anche pagherei otto euro per un concerto di riproposta solo se sul palco ci fossero gli Officina Zoé o pochi altri...
...ma, ripeto, il discorso non é questo.

Il discorso é che quando c'é di mezzo un palco, non si può parlare di tradizione. Gli Officina Zoé fanno riproposta della musica tradizionale secondo un loro modo personale di interpretarla...gli Aramiré fanno riproposta secondo un altro modo, gli Alla Bua hanno un altro modo ancora...Uccio Aloisi sul palco non fa musica tradizionale, ma riproposta ! Il cd "Bonasera a quista casa" edito da Aramiré non é un cd contenente documenti originali raccolti sul campo, ma é un cd di riproposta ! Gli Ucci suonavano sul palco con l'amplificazione...scherzosamente possiamo definirli un "gruppo di auto-riproposta", un "originale che si fa copia".

Quindi carissimo amico Giorgio (ou...quando ci rivediamo?) anche se mi presenti una scaletta con il 90% di brani definiti "tradizionali", si tratta sempre di un concerto di riproposta.

Ops...mi sto avventurando su un terreno minato, mi rendo conto che sto rischiando di non essere compreso e di essere rimproverato dall'amica cicerené, quindi é meglio precisare subito una cosa prima di proseguire: il fatto che sia "musica di riproposta" non ne sminuisce assolutamente il valore rispetto alla cosidetta "musica di tradizione". La musica é comunicazione, é un qualcosa di bello che si ascolta per svagarti, per avere piacere e a volte anche per riflettere. E questo accade in entrambi i casi anche se in maniera diversa in base ai gusti personali.
Il confronto vero che pone Lapo non é fra "le musiche", ma, per quello che mi sembra di capire, fra "le situazioni". Le situazioni in cui si fa musica di riproposta (concerti, spettacoli, palco ecc. ) sono totalmente diverse rispetto alle situazioni in cui é possibile ascoltare musica di tradizione. L'atmosfera di cui parla Tarantune non é vivibile sotto un palco amplificato! Quindi chi cerca quel tipo di atmosfera e la cerca in un concerto, si trova inevitabilmente deluso, anche se suonano i grandi Zoé.

Ed é per questo che Lapo non voleva entrare nel merito degli aspetti musicali del concerto o del gruppo.

giannino
Messaggi: 568
Iscritto il: 27 luglio 2003, 12:59
Località: Paris
Contatta:

Messaggioda giannino » 6 aprile 2007, 3:26

Io da ragazzino ero uno di quelli che adorava Piero Pelù e i Litfiba..poi pian piano i Litfiba sono cambiati, Piero Pelù é cambiato. Adesso non mi piace più. I miei gusti é normale che cambino...si cresce. Ma anche i gruppi cambiano, a volte crescono, a volte si fossilizzano, a volte peggiorano. E' vero Antonio, amavo gli Zoé ma col tempo sono cambiati loro, la loro musica, ed i miei gusti musicali...é normale no?...Tra l'altro é vero anche che sono passati 3 o 4 anni da quando ci siamo conosciuti a Bologna. Per me gli Zoé SONO gli Zoé per quello che hanno fatto nel film e nel lor primo disco. Poi non é detto che col tempo non facciano qualcosa di ancora più trascinante...io non posso che sperarlo. Tra l'altro il mio ultimo concerto degli Zoé risale all'estate scorsa e forse da allora é cambiato parecchio (Tra parentesi ci sono dei miei e tuoi amici che ora suonano con gli Zoé a cui auguro un futuro più roseo del loro roseo passato!!!)

Io per es sono un amante del tango, ballato ed ascoltato. C'é una bella differenza tra l'ascoltare i classici Rodolfo Biagi e Osvaldo Pugliese e i modernissimi Gotan Project e Aires Tango....é tutto tango e tutti sono bravissimi, forse troppo...ma c'é tango e tango. Nei primi sento il sapore del tango vero, quello delle origini, verace...nei secondi quello accattivante, da gustare, a cui abbandonare i sensi. Sono paceri diversi. Sono entrambi piaceri. Il paragone calza, per quanto mi riguarda, tra Aloisi e gli Zoé.

Concordo con Carlo: nessuno vuole sminuire gli Zoé...tantomeno io!!

Antonio, con la tua lode a Pisanello non fai che confermare la lode che gli ho fatto io poche righe prima! Sono della tua stessa opinione sull'argomento.

E' vero anche poi che non esistono solo gli Zoé. A volte ci si dimentica ad esempio dei Ghetonia, a mio parere grande anima pulsante del Salento.

lorenzo
Messaggi: 48
Iscritto il: 1 gennaio 1970, 2:00

Messaggioda lorenzo » 6 aprile 2007, 15:33

E' vero anche poi che non esistono solo gli Zoé. A volte ci si dimentica ad esempio dei Ghetonia, a mio parere grande anima pulsante del Salento.[/quote]

Già !

NiuriTeSule
Messaggi: 6
Iscritto il: 15 luglio 2003, 21:30
Contatta:

Messaggioda NiuriTeSule » 6 aprile 2007, 20:11

questo é il mio ultimo post,poi chedo umilmente scusa di quanto scritto e non lo faccio più,cosi magari qualcuno che legge é contento... à© vero nel Salento non ci sta solo Officina Zoé ci stanno tanti gruppi che hanno cointribuito in modo molto positivo all'espandersi della musica di riproposta(va bene cosi?)...lo dico per quelli più precisi..della musica popolare Salentina..Ghetonia anche per me é un gruppo con i contracazzi ci mancherebbe,primo perché sono tutti musicisti eccelsi e poi perché hanno ampliato e reso possibile a tutti noi salentini e non,di conoscere il griko cosa che io nonstante tutto sono del capo di leuca non conosco quasi per niente..Ma sono importanti anche tanti gruppi..tutti quelli che cercano di fare musica sono importanti per me poi,c'é chi lo sa fare e c'é chi é meglio se se stia a casa,ca facia più figura..però..Un'altro gruppo di grandi musicisti sono stati per me gli Xanti Yaca,sono i Maniglod...Aramiré(lo ripeto,vecchi e nuovi e mi dispaice che vogliono farsi sta pausa di riflessione)..ma tanti altri ancora che non mi va di elencare..Il numero uno senza dubbio é Uccio ma su quest'argomento penso che siete tutti d'accordo...Però Zoé secondo me che di certo non sono un cazzo..sono i migliori tutto qua,sono quelli che riescono a mettermi carica positiva quando li ascolto...ma ognuno di noi ha un gruppo preferito e rispetto quello che pensate ma,non giudicate i gruppi in base alla tradizione perché siamo tutti tradizionali..Scusa Carlo forse hai ragione ho travisato un po quello detto da Lapo ma,é vero anche che quando vai a un concerto,c'é voi cu trovi quello che magari trovi in una situazione tra amici e gente che si vuole divertire suonando?cosi ne sminuisci l'importanza vai ad un concerto per ascoltare,divertirti,poi c'é anche la possibiltà  che ti piaccia o no ma non pensare che quel gruppo non sia stato bravo ma semplicemente che non ti ha entusiasmato..Per esempio a me piacciono tanto gli Antidotum(quelli di firenze anche i salentini mi piacevano ma non esistono più)eppure nu nci sta nu salentinu ma fanno bella musica..tutti noi gruppi facciamo musica non tradizione per la miseria..siamo tutti quanti un popolo di NeoPizzica,la pizzica di tanti anni fa esiste nei nostri cuori ma di certo non la ritrovi più ne nei concerti ne nelle situazioni che voi chiamate tradizionali..Stative bboni...Antonio.

piermaffa
Messaggi: 6
Iscritto il: 20 febbraio 2006, 15:46
Contatta:

ciao compare

Messaggioda piermaffa » 7 aprile 2007, 11:37

ciao antonio lassa perdiri li chiacchiri!!!! 'Nchiana ca ni facimu na sunata................ TRADIZIONALE!!!! Ahi!!! mammmaaaa!!!! Pierluigi


Torna a “Gruppi musicali e artisti”