I pagliacci della musica popolare

secundo
Messaggi: 241
Iscritto il: 22 dicembre 2005, 15:44

I pagliacci della musica popolare

Messaggioda secundo » 22 agosto 2007, 8:19

Scusate , ma sempre più si notano in giro gruppi e persone che si vantano di questo e di quello,ma non vi sembra un po troppo?
Gruppi che non hanno niente di originale ma solo brutte copie di canti ascoltati chissa su quale disco, gruppi che fanno il verso ad altri gruppi,
e si propongono come originali,gruppi che non sanno suonare e traducono i canti dal dialetto salentino nel dialetto del loro paese e si montano la testa, gruppi che cantano canti gia pieni di doppi sensi e loro li rendono volgari se non addirittura pornografici e se ne vantano, gruppi cartolina di una Puglia o Salento
quasi del tutto sfruttatto, e fra poco non ci sara piu niente. Persone che se ne vanno in giro ad esibirsi come se loro fossero gli unici a sapere ballare, cantare o capire la musica popolare, e guai a sbagliare un passo o una parola durante il canto che subito ti puntano il dito. Persone che non lasciano spazio durante le ronde agli altri di cantare ed esprimersi perche malati di esibizionismo.Persone che si prendono il diritto di aver reso famoso (FAMOSO, mi fa venire da ridire se non proprio da piangere)
questo o quel canto o quella pizzica. Tutto questo si nota sempre più ed io li chiamo i pagliacci del circo della musica popolare.
Stativi bueni.

Damiano
Messaggi: 528
Iscritto il: 10 novembre 2003, 22:10

Messaggioda Damiano » 22 agosto 2007, 9:40

Caro Pino,

in buona parte hai ragione. Un amcio mio e tuo, e cioਠMario Donatiello, chitarrista di Talsano e amico del grande Roberto De Simone della Nuova Compagnia di Canto Popolare, mi riferì una volta una sua frase molto emblematica: "La musica popolare ਠmorta con me". Ormai, se una volta (e in qualche ronda di quelle genuine con me, te, Cinzia Pizzo, l'insuperabile Ciro di Grottaglie e altri amici succede ancora oggi) ci si sfidava a chi sapeva più stornelli, oggi si fa a chi copia di più. Personalmente mi rifiuto CATEGORICAMENTE di cantare nelle ronde "Pizzicarella" o "Santu Paulu" perchਠnon ਠroba mia! Con tutta la ricchezza che c'ਠa Martina in fatto di canti popolari, devo fare il verso al Salento? Ma dà i! Sai che mi ਠcapitato a Torrepaduli? Abbiamo fatto una ronda in cui a cantare ero io e un altro che aveva imparato dai CD. Io giù coi miei stornelli (potranno pure parere fuori luogo gli stornelli della Murgia a Torrepaduli, ma tenete conto che in questi anni alla festa di San Rocco si ਠvisto di tutto, jambee, tammurriate e altro ancora) e lui: "E Santu Paulu mia de le tarante..." e altre amenità , belle quanto vuoi (diceva Giannino) ma ormai abusate. Alla fine della ronda gli dico: "Impara da qualche anziano invece che dai CD". E s'incazza pure! "Ma io voglio cantare quello che mi pare!". "Ma io ne so tanti di stornelli...". "E allora cantali no? Fa piacere sentire qualcosa di diverso, no?. E lo stesso fa qualcun altro che non sto a dire. Ma io non desisto e continuo a cantare:

"E sopra il campanile sta un'erba verde,
e statte cette tà©, facce de mierde".

Sono curioso di sentire i vostri interventi (pacati e tranquilli, mi raccomando).

Avatar utente
andreap
Messaggi: 194
Iscritto il: 21 novembre 2005, 20:05
Località: Ronciglione (VT)
Contatta:

Messaggioda andreap » 22 agosto 2007, 13:31

Caro Secundo

devo dire che hai ragione da vendere... D'altra parte come asserì il Maestro De Simone in un'altra occasione, la musica popolare ਠmorta nel momento in cui ਠuscita dai contesti tradizionali ed ਠsalita su un palco...!

In un certo senso mi trovo d'accordo con queste affermazioni... à© inutile cercare quello che rappresentavano i canti e le danze per i nostri nonni all'interno delle moderne feste popolari, perchਠoramai il senso ਠaltro da ciò che era... "Noi" siamo altri rispetto ciò che erano i nostri padri.

Però da un altro punto di vista mi inorgoglisce il fatto che moltissime persone, giovani e meno giovani, si riavvicinino e pratichino in vari modi gli aspetti legati alla cultura tradizionale Italiana... Dopo anni di di Pop, neomelodici, cantanti imbellettati, gruppi cover e dance music, il fatto che si torni a cantare e ballare con orgoglio il repertorio tradizionale Italiano mi sembra un enorme passo avanti per il recupero di un senso civile di responabilità  condiviso tra tutti gli abitanti della penisola, legati tra loro finalmente da salde radici culturali e non più alla ricerca di surrogati d'oltreoceano che, permettetemi, non ci appartengono...

Ovviamente poi ognuno trasferisce in questo unicamente ciò che à¨: chi desidera mettersi in mostra, chi lo fa per rimorchiare le ragazze, chi per ubriacarsi, chi animato da curiosità , chi lo fa con amore...

Mi sembra a mio avviso molto più importante, all'interno di questo fenomeno, combattere senza pietà  i luoghi comuni che attagliano il mondo della musica tradizionale Italiana... In maggior misura all'estero ovviamente, ma in gran parte anche nel nostro paese...

Parlo di quelle irreali immagini da cartolina in cui si immagina un ragazzotto con baffetti e gilet nero su camicia bianca che saltella quà  e là  al ritmo di una tarantella napoletana agitando un tamburello in mano, magari su una gondola a Venezia... Vi sembra assurdo? Beh... all'estero molti ci vedono così!

Oppure i nostri compaesani alla ricerca della Taranta?...

Io credo molto umilmente che una volta scardinati "tra di noi" i luoghi comuni e sostituiti con la consapevolezza di ciò che si fa, si potrà  cominciare a proporre qualcosa di sensato anche al di fuori...

Mi scuso se il senso di alcune affermazioni può risultare oscuro, ma ਠun argomento che richiederebbe tempo per essere trattato e sviscerato, e sarebbe meglio farlo dal vivo e non in virtuale, magari davanti ad un buon bicchiere di rosso, e magari dopo il confronto tirare fuori gli strumenti e suonare quello che ci viene...

Un caro saluto

Andrea

morenas
Messaggi: 16
Iscritto il: 1 gennaio 1970, 2:00

Re: I pagliacci della musica popolare

Messaggioda morenas » 22 agosto 2007, 22:52


morenas
Messaggi: 16
Iscritto il: 1 gennaio 1970, 2:00

Re: I pagliacci della musica popolare

Messaggioda morenas » 22 agosto 2007, 22:57


Damiano
Messaggi: 528
Iscritto il: 10 novembre 2003, 22:10

Messaggioda Damiano » 1 settembre 2007, 12:12


Tony
Messaggi: 65
Iscritto il: 1 gennaio 1970, 2:00
Località: Fragagnano

pigliatevi na pastiglia sentite a me!

Messaggioda Tony » 1 settembre 2007, 13:32


Damiano
Messaggi: 528
Iscritto il: 10 novembre 2003, 22:10

Messaggioda Damiano » 1 settembre 2007, 19:44


giannino
Messaggi: 568
Iscritto il: 27 luglio 2003, 12:59
Località: Paris
Contatta:

Messaggioda giannino » 2 settembre 2007, 10:39


Avatar utente
Ialma
Messaggi: 681
Iscritto il: 5 ottobre 2003, 14:56
Località: BA
Contatta:

Messaggioda Ialma » 2 settembre 2007, 11:03


nachiru
Messaggi: 73
Iscritto il: 1 gennaio 1970, 2:00

Messaggioda nachiru » 2 settembre 2007, 11:23


ndepliguey
Messaggi: 28
Iscritto il: 1 gennaio 1970, 2:00

Messaggioda ndepliguey » 2 settembre 2007, 11:36


secundo
Messaggi: 241
Iscritto il: 22 dicembre 2005, 15:44

Messaggioda secundo » 2 settembre 2007, 14:09

Ultima modifica di secundo il 2 settembre 2007, 18:45, modificato 2 volte in totale.

ndepliguey
Messaggi: 28
Iscritto il: 1 gennaio 1970, 2:00

Messaggioda ndepliguey » 2 settembre 2007, 17:12


Avatar utente
Luca/
Messaggi: 410
Iscritto il: 6 aprile 2006, 22:40

Messaggioda Luca/ » 2 settembre 2007, 18:34


ndepliguey
Messaggi: 28
Iscritto il: 1 gennaio 1970, 2:00

Messaggioda ndepliguey » 2 settembre 2007, 18:56


Avatar utente
Ialma
Messaggi: 681
Iscritto il: 5 ottobre 2003, 14:56
Località: BA
Contatta:

Messaggioda Ialma » 2 settembre 2007, 19:06


Damiano
Messaggi: 528
Iscritto il: 10 novembre 2003, 22:10

Messaggioda Damiano » 3 settembre 2007, 10:12


Avatar utente
Ialma
Messaggi: 681
Iscritto il: 5 ottobre 2003, 14:56
Località: BA
Contatta:

Messaggioda Ialma » 3 settembre 2007, 12:11


Avatar utente
Ialma
Messaggi: 681
Iscritto il: 5 ottobre 2003, 14:56
Località: BA
Contatta:

Messaggioda Ialma » 3 settembre 2007, 12:50



Torna a “Discussioni generali”