Italia.it - itinineraio nel barocco del salento

Gio
Messaggi: 109
Iscritto il: 12 luglio 2003, 20:03
Località: Alessano

Italia.it - itinineraio nel barocco del salento

Messaggioda Gio » 24 febbraio 2007, 1:52

Curioso come sono, sono andato a vedere cosa contiene il nuovo sito italia.it tanto pubblicizzato in questi giorni. Trovo tra gli itinerari architettonici il barocco del salento.
Ad un certo punto leggo: "occasioni speciali di percorrenza"

Nei paesi della Grecia salentina si rinnova ogni anno, ad agosto, il festival "La Notte della Taranta", la manifestazione più importante per quanto concerne il recupero della musica tradizionale della zona (la pizzica). La pizzica é quel suono ossessivo e ripetitivo prodotto dai tamburelli che faceva da sottofondo a un antico rituale di cura con protagoniste di solito le donne. Le "indemoniate", per liberarsi dal male simboleggiato dall immaginario morso velenoso della tarantola, ballavano e ballavano finchà© non veniva sciolto l incantesimo maligno (cioé si esauriva il "veleno" del ragno). Tutto sarebbe nato in seguito al passaggio a Galatina di San Paolo: il santo avrebbe dato la facoltà  alla famiglia che lo ospitava e ai loro eredi di curare quanti avevano avuto morsi da animali velenosi con un segno della croce e con l acqua del pozzo. Così nacque il rito della "taranta". Questo particolare episodio viene ricordato durante la festa patronale di Galatina, dal 28 al 30 giugno, in onore dei santi Pietro e Paolo: anche Pietro infatti sarebbe passato per la cittadina salentina e la pietra sulla quale si sedette é custodita nella Chiesa madre come oggetto di culto. Un tempo, dunque, la "taranta" era una vera e propria manifestazione di religiosità  popolare; oggi ne sono rimasti gli echi nella musica tradizionale salentina, echi che ritornano nelle serate delle feste estive. Tornando al festival, accanto alla pizzica si possono ascoltare anche altri linguaggi musicali (dalla world music al rock, dal jazz alla musica sinfonica). Il tutto poi accompagnato da rappresentazioni teatrali e degustazioni di prodotti tipici.

Mahhh che dire di più?

gianfranco
Messaggi: 82
Iscritto il: 25 maggio 2003, 22:37
Località: Maruggio (TA)

Messaggioda gianfranco » 24 febbraio 2007, 8:19

.. e pensare che, leggevo quà  e là , per pubblicare sti "racconti fantasiosi"... hanno speso 45 milioni di euri... 90 miliardi di vecchie lire.. 90.000 milioni di lire.. circa 45.000 mensilità ... dovrei lavorare 3.750 anni per racimolare stà  cifra... VIVA L'ITALIA!

CarloTrono
Amministratore
Messaggi: 977
Iscritto il: 11 maggio 2003, 11:06
Località: Copertino (Lecce)
Contatta:

Messaggioda CarloTrono » 24 febbraio 2007, 12:04

il costo del portate Italia.it é semplicemente scandaloso. A parte che é da mezzo secolo che esiste quel dominio, e che si parla di questo fantosmatico sito. Ma a parte questa polemica, che non interessa direttamente le tematiche di pizzicata.it, io penso che l'unica cosa che possiamo fare é
1) attivarci a nostra volta per offrire informazioni non fuorvianti come quelle riportate da Gio
2) contattare lo staff di italia.it e offrire, ahimé, gratuitamente una versione corretta di quella cretinata. Capisco perfettamente che considerando quanti soldi sono stati spesi per italia.it, non meritano la consulenza gratuita di nessuno, ma al contempo é l'unica soluzione per evitare il flusso di turisti male informati che cercano nel Salento un esperienza di estasi mistico-pseudoreligiosa.

federico.capone
Messaggi: 160
Iscritto il: 25 ottobre 2003, 13:30
Località: Cavallino (le)
Contatta:

Messaggioda federico.capone » 24 febbraio 2007, 13:39

Il Festival
La Notte della Taranta é il più grande festival musicale dedicato al recupero della pizzica salentina e alla sua fusione con altri linguaggi musicali che vanno dalla world music al rock, dal jazz alla sinfonica. Nato nel 1998 in questi anni il festival é cresciuto di dimensioni e prestigio culturale.

Il contenuto
La "pizzica" é la musica che scandiva l'antico rituale di cura dal morso immaginario della tarantola, il pericoloso ragno velenoso. La tradizione vuole che per liberare la vittima, di solito una donna, si suonassero incessantemente i tamburelli a ritmo vorticoso finchà© non veniva sciolta dall'incantesimo. Al suono dei tamburelli si accompagnava un ballo ossessivo e ripetitivo, che contribuiva ad esaurire il veleno. Altre varianti della pizzica tarantata sono il ballo del corteggiamento tra uomo e donna e la "danza dei coltelli" anche detta "pizzica a scherma"".

da www.nottedellataranta.net

Ora mi domando... sarebbe il caso di fornire una consulenza anche a loro?

Arthas
Messaggi: 25
Iscritto il: 1 gennaio 1970, 2:00

Messaggioda Arthas » 24 febbraio 2007, 16:26

Se per caso decidete di inviare una versione corretta dell'articolo su italia.it, potreste anche far notare che la Puglia non é lo "zoccolo" dello "stivale", semmai il "tacco"?
Grazie

secundo
Messaggi: 241
Iscritto il: 22 dicembre 2005, 15:44

Messaggioda secundo » 24 febbraio 2007, 16:39

...e ditegli pure che il Salento non é la CAPITALE DELLA TARANTA.
saluti

giannino
Messaggi: 568
Iscritto il: 27 luglio 2003, 12:59
Località: Paris
Contatta:

Messaggioda giannino » 28 febbraio 2007, 12:51

Dalla gazzetta del mezzogiorno on line:

http://www.lagazzettadelmezzogiorno.it/GdM_dallapuglia_NOTIZIA_PROV_01.asp?IDNotizia=174084&IDCategoria=11

"Le Tremiti? In Molise!

L'indicazione secondo il portale del turismo italiano www.italia.it, e sono tra le prime cose da vedere nella regione. Le isole passano quindi dalla Provincia di Foggia a quella di Campobasso

TERMOLI (CAMPOBASSO) - Le isole Tremiti? si trovano in Molise, almeno secondo il portale del turismo italiano www.italia.it, e sono tra le prime cose da vedere, indicate nella scheda di presentazione.
Le isole passano quindi dalla Provincia di Foggia a quella di Campobasso e vengono messe in concorrenza "regionale" con le spiagge molisane di Termoli e Campomarino. All inizio del capitoletto "Da vedere", si legge: "Una regione da scoprire giorno per giorno, senza mai dare niente per scontato. Qui, chi é in cerca di fondali limpidi e acque turchesi, può senza dubbio contare sulle suggestioni delle Isole Tremiti o di Diomede (San Nicola, Capraia e San Domino), valida alternativa alle più abbordabili spiagge di Termoli e Campomarino". "

Naturalmente i curatori del sito hanno già  pensato, per fortuna, di correggere l'errore.

CarloTrono
Amministratore
Messaggi: 977
Iscritto il: 11 maggio 2003, 11:06
Località: Copertino (Lecce)
Contatta:

Messaggioda CarloTrono » 28 febbraio 2007, 14:50

Siamo OT rispetto alle tematiche del sito, consiglierei di chiuderla qui anche perché ci sono numerosi blog e siti che trattano l'argomento
Giusto un tocco finale, vi consiglio di leggere quest'articolo
[url=http://www.collepasso.it/notizia.phtml?value=902]sul portale locale Collepasso.it[/url]

betsabea
Messaggi: 383
Iscritto il: 31 maggio 2004, 18:28

Messaggioda betsabea » 5 marzo 2007, 16:35

Scusate volevo solo dire questo:

Sul suddetto portale alla voce "itinerari in Calabria" é più voltre citata MARATEA...

Peccato che Maratea non é in Calabria..

Non ho parole..
:cry:
:cry:
:cry:
quanti soldi avete detto??
:cry:
:cry:


Torna a “Discussioni generali”