Statuto della associazione : RC 1

CarloTrono
Amministratore
Messaggi: 977
Iscritto il: 11 maggio 2003, 11:06
Località: Copertino (Lecce)
Contatta:

Statuto della associazione : RC 1

Messaggioda CarloTrono » 21 gennaio 2008, 16:32


Avvocatista
Messaggi: 335
Iscritto il: 1 dicembre 2005, 12:39
Contatta:

Messaggioda Avvocatista » 22 gennaio 2008, 0:04


Avatar utente
Luca/
Messaggi: 410
Iscritto il: 6 aprile 2006, 22:40

Messaggioda Luca/ » 22 gennaio 2008, 2:11


Avatar utente
Livio
Messaggi: 102
Iscritto il: 7 ottobre 2003, 21:36
Località: San Pancrazio Salentino (BRINDISI)
Contatta:

Re: Statuto della associazione : RC 1

Messaggioda Livio » 22 gennaio 2008, 10:59


CarloTrono
Amministratore
Messaggi: 977
Iscritto il: 11 maggio 2003, 11:06
Località: Copertino (Lecce)
Contatta:

Re: Statuto della associazione : RC 1

Messaggioda CarloTrono » 22 gennaio 2008, 14:11


Gianlu
Messaggi: 215
Iscritto il: 24 settembre 2005, 20:37
Località: provincia di Foggia

Messaggioda Gianlu » 23 gennaio 2008, 0:11


Avvocatista
Messaggi: 335
Iscritto il: 1 dicembre 2005, 12:39
Contatta:

Messaggioda Avvocatista » 23 gennaio 2008, 10:33

[b:90c488ac5d]Salento centrica?[/b:90c488ac5d]

E' indubbio che al momento il Salento sia l'area d'Italia ove maggiore ਠil dibattito ed il fermento intorno alle questioni di cui si occuperà  l'Associazione (notare la A maiuscola) ed ਠvero che l'Associazione nasce in Salento per volontà  di molti Salentini ed ਠla diretta emanazione di Pizzicata.it.

Ma, a mio parere, ha poco senso dire: "Occupiamoci solo del nostro patrimonio".

Forse il patrimonio friulano o ligure o siciliano o libanese non ਠanche vostro?

Questo approccio mi ricorda tanto quegli "ecologisti" che si oppongono alla costruzione delle centrali elettriche nel loro paese per poi vederle spuntare nel paese accanto e festeggiano pure l'evento.

E poi, essendo diretta emanazione di Pizzicata.it, che facciamo, la lottizziamo come la Rai?

Allora, 10 posti ai Salentini, 3 a quelli del Gargano, 2 ai Lucani, 1 a Damiano sennò rompe, 1 a Tizio che pur essendo romano lavora al ministero dei beni culturali, 1 a tuo cugino, ecc....

Gli archivi:

E' indubbio, a mio avviso, che debbano esserci delle relazioni con tutti gli archivi esistenti. Che facciamo altrimenti, non riportiamo i materiali "detenuti" a Santa Cecilia o a Bari?

pizzicagnolo
Messaggi: 188
Iscritto il: 23 dicembre 2005, 15:10

Messaggioda pizzicagnolo » 23 gennaio 2008, 16:14

Un grande "grazie!" e un grande riconoscimento a Carlo per primo e a tutti coloro che stanno appassionandosi e lavorando su questo progetto!

Noi due (oggi parliamo come Cip e Ciop :wink: ) siamo d accordo sulle finalità  dell Associazione: contribuire all archiviazione, allo studio, alla preservazione e alla tutela del patrimonio musicale di tradizione popolare, con particolare (ma non esclusivo) riferimento al patrimonio italiano e dell'area mediterranea, e siamo soddisfatti che questo non ponga al centro dell attenzione il solo Salento.
Secondo noi, ਠstato giusto sostituire il termine "di tradizione orale" con "di tradizione popolare" ; sono interessanti anche i momenti di scambio di conoscenze, auspicati da Friscu, mentre troviamo di più difficile attuazione mettersi d accordo su come fare a rielaborare "creativamente" la musica tradizionale rispettandone l identità  specifica; però ci sono tante persone più preparate di noi, alle quali non mancano scienza nਠtecnica nਠpratica filologica per affrontare con successo questi ed altri aspetti.
La forma dell Art.2, comma 3 ci soddisfa.
La tecnica che assicura il ricambio, come ben dici, Carlo, non prevede però per ora il caso in cui non ci sia un numero sufficiente di persone disponibili, quindi riteniamo molto saggia e pratica l interpretazione di Mario FB.

Per il resto... talvolta ਠnecessario un nuovo tipo di coraggio: quello di riconoscere i propri e altrui limiti, i tempi di cui ciascuno ha bisogno per riflettere ed elaborare qualcosa di più serio e impegnativo che non sia la semplice "boutade", per diventare un sostegno valido e sensibile gli uni per gli altri.
Noi due arriviamo fin qui; non si può veramente dare ciò che ancora non si ha e ci disponiamo con sincera umiltà  ad: osservare, tacere, imparare!

Pizzicagnolo e RonnaPaulina
Ultima modifica di pizzicagnolo il 23 gennaio 2008, 23:41, modificato 1 volta in totale.

LUMAURIZIU
Messaggi: 167
Iscritto il: 28 agosto 2003, 18:30
Località: Lecce

Messaggioda LUMAURIZIU » 23 gennaio 2008, 18:12

Ciao a tutti.

Sono d accordo sulla sostituzione di "orale" con "popolare".

Proporrei di aggiungere a "musicale" anche "coreutico", quindi:

"Tutela del patrimonio musicale e coreutico di tradizione popolare"

e di sostituire ovunque possibile a "musicale" il duplice aggettivo di cui sopra.

OK il perimetro Italia – Mediterraneo.

OK la rotazione delle cariche, prevedendo la possibilità  di una deroga – per i motivi già  detti negli altri post - su votazione all unanimità  - o con maggioranza qualificata - dell assemblea.

Qualche dubbio sulla possibilità  di svolgere "attività  commerciali".

Sono nettamente contrario, invece, tanto alla proposta di Friscu quanto a quella di Mario FB inerenti una qualsiasi forma di impegno dell Associazione ad incentivare la "rielaborazione creativa", sia pure con gli opportuni distinguo fatti da entrambi gli amici.

Non che abbia io nulla in contrario verso la "rielaborazione creativa che rispetti etc, etc!", tipo quella della buon anima (che spero resusciti presto) di Aramirਠper intenderci e per rimanere nel Salento, e nemmeno verso un altro tipo di "rielaborazione creativa" a cui potrebbe interessare forse più creare artisticamente e molto meno rispettare: mi sta bene anche quella, purchਠsia onesta e veritiera nel dichiarare le sue vere radici (da quelle profonde di Mascarimirì, per fare un esempio, a quelle più superficiali o addirittura assenti di tantissimi altri gruppi) e i suoi veri fini.

Il fatto ਠche secondo me l Associazione dovrebbe porsi in modo neutrale ed esterno rispetto al "lento maturare nella storia dei codici linguistici e comunicativi", preoccupandosi "soltanto" di tutelare il patrimonio coreutico musicale popolare e favorire la sua "tradizione" alle future generazioni, le quali poi ! ne facciano pure quello che c**** vogliono ! In altre parole l Associazione, secondo me, non dovrebbe essere nà© giocatore nà© tanto meno arbitro o allenatore o sponsor o padrino o commissario di gara o "opinionista" delle partite che si giocano sul campo della "rielaborazione artistica o della contaminazione" della musica di tradizione popolare, ma dovrebbe "semplicemente" cercare di garantire - continuando la metafora calcistica - che da qualche parte siano comunque sempre disponibili, per chi fosse interessato, le registrazioni delle più belle partite del vero calcio, i commenti e le analisi tecniche più qualificate, i gloriosi palloni di cuoio regolamentari, le scarpe bullonate "pantofola d oro" da Ascoli Piceno, i veri campi d erbetta e le vere porte di dimensioni giuste dove giocare ancora il "vero giuoco del calcio de nna fiata", !. Etc. etc. L Associazione dovrebbe poi cercare, sempre secondo me, anche di proteggere da distruttive invadenze e contaminazioni artistiche e commerciali quei pochi campetti ancora rimasti dove qualcuno, vecchia gloria o esordiente che sia, magari senza soluzione di continuità  da generazioni e generazioni, ama farsi ancora la sua partitina ogni domenica pomeriggio o mercoledì sera, appunto, con i vecchi palloni di cuoio, sul vecchio campo erboso, con le vecchie sane regole del gioco.

Penso, infine, che potrebbe essere più opportuno, all Art 3 comma 2, fare un elenco esemplificativo e non esaustivo delle possibili attività  dell Associazione.

Mi scuso con tutti gli amici e le amiche per non essere riuscito a partecipare all incontro di domenica e per lo scarsissimo contributo che sto riuscendo a dare negli ultimi tempi a questa Community che ho praticamente visto nascere ed a cui sono molto affettuosamente legato.

GRAZIE CARLO.

Ciao.

Maurizio

Avatar utente
Livio
Messaggi: 102
Iscritto il: 7 ottobre 2003, 21:36
Località: San Pancrazio Salentino (BRINDISI)
Contatta:

Re: Statuto della associazione : RC 1

Messaggioda Livio » 23 gennaio 2008, 20:03


RonnaPaulina
Messaggi: 191
Iscritto il: 1 gennaio 1970, 2:00

Messaggioda RonnaPaulina » 23 gennaio 2008, 21:37


kukurni
Messaggi: 26
Iscritto il: 1 gennaio 1970, 2:00

Messaggioda kukurni » 24 gennaio 2008, 10:29


Damiano
Messaggi: 528
Iscritto il: 10 novembre 2003, 22:10

Messaggioda Damiano » 24 gennaio 2008, 13:53


CarloTrono
Amministratore
Messaggi: 977
Iscritto il: 11 maggio 2003, 11:06
Località: Copertino (Lecce)
Contatta:

Messaggioda CarloTrono » 24 gennaio 2008, 15:08


Damiano
Messaggi: 528
Iscritto il: 10 novembre 2003, 22:10

Messaggioda Damiano » 25 gennaio 2008, 12:26


Gianlu
Messaggi: 215
Iscritto il: 24 settembre 2005, 20:37
Località: provincia di Foggia

Messaggioda Gianlu » 25 gennaio 2008, 22:39


CarloTrono
Amministratore
Messaggi: 977
Iscritto il: 11 maggio 2003, 11:06
Località: Copertino (Lecce)
Contatta:

Messaggioda CarloTrono » 26 gennaio 2008, 15:47

[quote:ee26a6155c="LUMAURIZIU"]
Proporrei di aggiungere a "musicale" anche "coreutico", quindi:
"Tutela del patrimonio musicale e coreutico di tradizione popolare
[/quote:ee26a6155c]

E' un osservazione giustissima. Ho corretto l'articolo 2.2.a, se nessuno ha niente in contrario la nuova forma à¨

2. L Associazione persegue le seguenti finalità :
a) contribuire alla archiviazione, allo studio, alla preservazione e alla tutela del patrimonio musicale[i:ee26a6155c] e coreutico [/i:ee26a6155c]di tradizione popolare, con particolare (ma non esclusivo) riferimento al patrimonio italiano e dell'area mediterranea;

Direi di mantenere l'area di riferimento così com'à¨.

Sulla "rielaborazione creativa" inviterei friscu ad esplicitare meglio il suo pensiero magari facendo degli esempi.


Torna a “Iniziative di Pizzicata.it”