Irpinia,Montemarano CD+ Libro

torinese85
Messaggi: 8
Iscritto il: 1 gennaio 1970, 2:00

Messaggioda torinese85 » 30 giugno 2007, 11:46

[quote:eaf7c3ce53="montemaranese"]mi dispiace che pensi questo...tu, cmq non la saprai mai ballare la tarantella xchਠnon sei ALTIRPINA.....Rassegnati[/quote:eaf7c3ce53]

Caro Montemaranese di Bisaccia, sarà  una frazione di Montemarano?
Ancora senza offesa, dai tuoi interventi l'unica cosa che emerge ਠil tuo "complesso di inferiorità " che, tralaltro, non credo che abbia ragione di esistere. E' tanto palese che alla fine risulti simpatico.
Comunque ne posso fare a meno dei tuoi consigli in quanto ho scambiato due DVD sulla montemaranese con altrettanti sulla curenta dell'alta val Varaita.
Baci a tutti, incluso te :-) .

pizzicagnolo
Messaggi: 188
Iscritto il: 23 dicembre 2005, 15:10

Messaggioda pizzicagnolo » 30 giugno 2007, 20:39

Uh Aza la coscia e fammela verà¨
e li femmene senza pietto nun se ponno marità 

uh aza la coscia e fammela và«rà¨
e si no m'a fai và«rਠche tà« pozza carà¨
e si no m'a fai toccà  che te pozza nfracetà 


Ohi core e cainà  ohi core ਠcainà 
si nò me rai a ssoreta me vavo a dirupà 
oleva no vasillà« e nò me la uluto rà 
si sorà«ta ਠcchiù bellà©lla
lasso atte e mi pigghio a ella

:) :D

montemaranese
Messaggi: 138
Iscritto il: 14 aprile 2006, 9:48
Località: irpinia

Messaggioda montemaranese » 1 luglio 2007, 19:28

1: Se sei Altirpina/o hai già  la forma mentis di come si balla la tarantella, in questo caso, non tarantella di montemarano in particolare, ma tarantella generica "altirpina"

2: Se sei Altirpina/o sai bene che nessun corso potrà  aiutare qualcuno non del posto ad impararla

3: Se sei Altirpina/o sai bene che tu essendo del posto, anche se sei un palo e non sai muovere nemmeno un passo, avrai il 99% delle possibilità  in più di imparare a ballare la tarantella rispetto a chi non lo ਠe può contare solo su un corso e su video internet

4: Se sei Altirpina/o sai bene che la tarantella processionale ਠormai in declino e quindi non la indicheresti a nessuno come spunto "didattico", soprattutto non indicheresti un gruppo in cui una buona parte dei membri non sanno neanche suonare le castagnole(il 70 % delle donne)

5: Se sei Altirpina/o sai bene che non serve a nulla andare a Montemarano al carnevale col pretesto di veder ballare la tarantella, perchਠvedresti solo un "ammuino" a parte gli splendidi suoni (forse sprecati in quel contesto, nel senso che quasi nessuno balla in modo decoroso per quei suoni) di Pasqualino, Battista, Cantone e l'immancabile W Achille

6: se sei Altirpina/o sai bene che se vuoi avere una minima infarinatura dei passi ti conviene seguire il Boccella's tour e simili o le serate pre-patronali, pro-fiere...o i matrimoni con complesso presso i vari ristoranti(con invitati delle comunità  montane "Alta Irpinia" e "Terminio Celvialto")

7: Se non sei Altirpina/o sai bene che fare questo ਠpressocchਠimpossibile a meno che non prendi casa d'affitto in Alta Irpinia e ci rimani in pianta stabile per 7 o 8 mesi.

Ecco spiegato una volta per tutte il complesso di inferiorità . Statti bona

montar
Messaggi: 316
Iscritto il: 23 marzo 2004, 15:24
Località: torino (origine: irpinia)

Messaggioda montar » 3 luglio 2007, 19:36

Egregio.
Insomma appena ti lascio un po' solo guarda che combini.
Tra tutte le caz - beep – te che scrivi qualcosa di interessante emerge, in effetti la questione di quanto la musica o il ballo tradizionale siano legati al territorio ed alla cultura locale e quanto siano legate alla universalità  della musica, della danza , alle "capacità " del singolo individuo sono argomenti di analisi attualissimi "basterebbe" leggere qualche riga scritta da qualcuno che ne sa un pochino più di te e di me, giusto per farti qualche nome: Nattiez, Blacking, Adler, Sachs, Rà©ti, Deryck Cooke, Meyer etc. etc. Quindi trattasi di un altro argomento, direi di una branca dell antropologia/ethnomusicologia che credo interessi veramente poco alla madamin turineisa.
Visto che ho avuto il piacere di conoscerla di persona, la madamin, ti posso garantire che i video sono più che sufficienti.
Ma poi, sei riuscito a procurartelo sti CD e libretto? Almeno, così, sai di cosa tratta l argomento principale della discussione ne . Ti potrai rendere conto che dalla variabilità  delle "suonate" non ਠpossibile avere un unico modo di ballo (incluso il "generico fantomatico altoirpino" he he he).

Mi concederai ovviamente un piccolo off-topic dedicato alla nostra "postina della val gardena" :-) :-) :-) (ogni riferimento a Macario ਠpuramente voluto) pardon alla "gagna" della val varaita :-) :-). D'altronde il portale ha ambizioni generali ...

LA "BAIO" DI SAMPEYRE.
Intorno all'anno mille, le vallate cuneesi, come le altre vicine, conobbero un periodo terribile a causa delle frequenti scorribande saracene provenienti dalla Provenza. Le popolazioni si ribellarono e, per sconfiggere gli invasori, si allearono in milizie improvvisate. Per ricordare questi eventi, a Sampeyre nacque "la festa della Baio", che nel tempo ha assunto valenze nuove, senza tuttavia stravolgere l originario significato. La "Baio" può contare su sulla partecipazione di centinaia di personaggi e su un grande entusiasmo popolare. I costumi, il percorso, il cerimoniale sono fissati da una rigida tradizione, e poco spazio ਠlasciato all improvvisazione. È una festa centenaria di armonia e riappacificazione, un bellissimo carnevale alpino a cui partecipano le quattro Baie del comune. Una festa caratterizzata dall allegria, dalla musica e dalla bellezza dei variopinti costumi che si possono ammirare nei volteggi dei balli tradizionali, fra i quali spicca il "balet".
Chissà  se nemmeno ce la
Una festa così
Una grande città 
(Queste rime sono una libera interpretazione di G. Rodari)

Saluti e alla prossima, però mettici più impegno.

P.S. ਠpoco carino fare nomi di persone senza il loro espresso consenso
Invece sull'argomento puoi arrabbiarti quanto vuoi.

montemaranese
Messaggi: 138
Iscritto il: 14 aprile 2006, 9:48
Località: irpinia

Messaggioda montemaranese » 4 luglio 2007, 10:48

ma chi te re bole ra ssi cd!!!!! purtroppo la gente che frequento in ambito tarantella non ne ha quasi per niente di cd, figurati questo recente...poi...leggermente OT: quando la suoni ti sembra di suonarla nel modo migliore del mondo e pensi che tutti gli altri siano delle schiappe(o quasi) (ਠl'ebbrezza del momento....poi se non passa ਠgrave) questo ਠil clima che in genere impedisce a un suonatore o ballerino o qual dir si voglia di tarantella di aggiornarsi con i nuovi cd.(cosa sbagliatissima)

il fatto del ballo ho ragione io..pure che tu stai a Torino e simpatizzi....sempre di Montella sei...

come dice Malpelo di Verga dopo aver picchiato ranocchio:"(..) bestia! Bestia sei! se non ti senti l'animo di difenderti da me che non ti voglio male, vuol dire che ti lascerai pestare il viso da questo e da quello!"

quindi non devi difenderti da me che di tarantella almeno qualcosa capisco ma da chi pretende impararla con un video internet, e soprattutto ਠdi Torino

folkfan
Messaggi: 59
Iscritto il: 1 gennaio 1970, 2:00

Messaggioda folkfan » 10 luglio 2007, 19:20

Hai proprio ragione.
Peccato, che hai affermato in altre discussioni che stai incidendo un CD. Quando ce lo fai ascoltare.

Saluti

montar
Messaggi: 316
Iscritto il: 23 marzo 2004, 15:24
Località: torino (origine: irpinia)

Messaggioda montar » 10 luglio 2007, 19:56

Caro montemaranese io ti invidio per la tua caparbietà 
e poi perchਠsei un bravo musicista.
Io vedo le cose da un altro punto di vista diverso,
da un punto di vista di studio e lle ho sempre viste così,
ovviamente nel mio piccolo.
Pensa spulciando tra gli scaffali di un mio amico ho scoperto un libro
che descrive le varie figure risalente al 1860.
Forse uno dei piu' antichi ... quindi vedi punti di vista completamente diversi, così come ho scoperto un libro risalente al 1550 di magia naturale in cui si parla di ... non dico il soggetto...
Allora se trovo persone appassionate sul mondo tradizionale, per intenderci alla pasolini, di qualunque livello e di qualunque nazionalità  e su qualunque soggetto io sono in sintonia.
Quindi per me la mm-se e un mezzo non un fine.
A proposito di Pasolini se prendi il decamerone (1971)
e vai al minuto 86 indovina cosa ascolti...

Adesso , veniamo alla gagna t85.

La prossima settimana, se vorrai approfondire, verrà  a parlare un ineguagliabile Grande maestro, ex direttore artistico del teatro san carlo,
ex insegnante al conservatorio san Pietro a Maiella,
Compositore su base tradizionale in particolare di (visto il topic) "Alla montemaranese"
Autore di commeddie quali la Gatta Cenerentola e La Cantatata dei Pastori.
Ha curato la regia di varie opere es. lo "Stabat Mater" di Pergolesi
Scrittore di svariati libri sulla tradizione in Campania, poi traduzioni dal napoletano antico (es. lo cunto de li cunti G.B. Basile)
infine ethnomusicologo. Dimenticavo, membro della mitica NCCP dei tempi che furono.
Condusse diverse ricerche etnomusicologiche negli anni settanta con una famosissima antropologa, in collaborazione con una delle più antiche università  i cui risultati sono riportati in un libro che da tre decenni ci studiano migliaia di studenti in Italia.

Visto che siamo ospiti.
Ricordo che Nel 1988 durante il famosissimo concerto di NATALE al Mercadante (NA) ha dato il LA ad un famosissimo compositore inserendo nel repertorio il "Ballo della ..." il quale compositore ha sfornato nove variazioni per pizzicato d'archi e altrettanti preludi per chitarra.
Ogni riferimento alla nuova orchestra e puramente voluto.
Ricordando che le critiche si fanno dopo e non prima.
Ciao mamadim.

P.S. Grandi i Lou Dalfin ...
pero' i TDF nemmeno scherzano tutto il concerto basato sullo stesso
cortissimo pattern ritmico :-X

torinese85
Messaggi: 8
Iscritto il: 1 gennaio 1970, 2:00

Messaggioda torinese85 » 27 luglio 2007, 18:13

Caro Montar.
Innanzitutto ti ringrazio per le bellissime cose che hai scritto, credo per farmi ritornare sul forum, incluso il tuo "silenzio". Devo dirti la verità : mi sto scompisciando dalle risate a leggere tutte le cose che il nostro lupacchiotto ha scritto nel forum. D altronde più scrive e più scredita se stesso e, ahimਠpurtroppo, anche i suoi amici, per esser chiari quelli della "generica irpina". Infatti, a ben guardare il filmato mi son resa conto che ci sono un bel po' di persone di Torino he he. Quindi a chi vengono impartite le lezioni della mitica "generica irpina"? He he he. Il lupacchiotto furbacchiotto sembra il mio fratellino di 13 anni :-)

Comunque ti ho scritto sul forum perchà© come sai penso che prima di settembre non avremo l opportunità  di scambiare altre opinioni dal vivo e poi proprio non mi vanno giù questi interventi, a dire la verità  da volpacchiotto, piuttosto che da lupacchiotto, ancora non ha capito che non può impedirti di scrivere sul forum.

Fatta questa premessa, visto che ci rivedremo a settembre, ti vorrei chiedere le seguenti cose (ovviamente se ti fa piacere rispondere):

Potresti fare un commento ai link video?
In Irpinia c ਠsolo la montemaranese? Il nostro volpacchiotto ha scritto in una vecchia discussione di un ballo chiamato batticulo (qualcosa del genere), anche nel filmato "Irpino generico" viene menzionata questa parola. Quindi i torinesi del filmato stanno imparando anche il vatticulo?
Ho recuperato anche il decamerone di Pasolini (1970 non 71), quindi una vecchia esecuzione e quella dove c ਠla festa del matrimonio? E la scena con la cavalla.?
Infine perch੠scrivi che la montemaranese per te ਠun mezzo e non un fine?
Un abbraccio.

montar
Messaggi: 316
Iscritto il: 23 marzo 2004, 15:24
Località: torino (origine: irpinia)

Messaggioda montar » 28 luglio 2007, 11:54

Cara t84.
Premesso che ti sto scrivendo dall ombra di un ombrellone per mezzo di un hot-spot WiFi ecco spiegato il silenzio, certamente il "nostro" amico non può impedire di scrivere a nessuno, soprattutto se le cose scritte sono attinenti al forum, ma ਠvero anche il contrario: credo che nessuno voglia impedire che il nostro volpacchiotto scriva sul forum.
Comunque al di là  della forma alcuni spunti sono interessanti.

Se hai pazienza ne possiamo parl੠dal vivo due secoli fa si diceva "dalla viva voce del popolo", sai questa ਠuna tipica frase pionieristica riportata nei libri ottocenteschi quando molti studiosi iniziarono a riportare in forma scritta canti, conti, fiabe del repertorio orale etc. Bada bene non attraverso la loro trascrizione diretta ma attraverso una rete di dotti intermediari! ). Ma visto che ho voglia di scrivere ...

Riguardo al film mi piace sottolineare che scrivi

!VECCHIA ESECUZIONE!

Qui evidenzi l implicito condizionamento pregiudizievole legato alla concezione della musica leggera: data/autore/editore/interprete del brano . Così ad es. puoi affermare "Acqua azzurra acqua chiara"-1968-Mogol-Battisti-Ricordi. Questa concezione riportata alla musica tradizionale la trovo completamente infondata, il CD della discussione ne potrebbe essere tranquillamente la prova. Poichà© oggi puoi trovare un suonatore di organetto che la esegue perfettame identica a quella del film di Pasolini (ammesso che quella sia una montemaranese !? ); dopo questo brevissimo ragionamento si può ancora affermare "vecchia esecuzione"? Io inizio ad avere qualche dubbio! He he he. Comunque le musiche del film sono un insieme di brani veramente tratti dalla viva voce del popolo che riguardano l asse Campania-Calabria, infatti trovi: varie temmurriate, tarantelle delle area calabrese, canti cilentani, villanelle, la sigla iniziale se non erro fa riferimento ai personaggi della Zeza! una miniera di informazioni per gli appassionati. Quindi ritira la frase "vecchia esecuzione" he he he J !. spero di averti risposto.

Poichਠmangiando vien l'appetito...
cercherò di risponderti anche agli altri quesiti ovviamente con le dovute limitazioni...
Prima però devo fare una piccola osservazione "territoriale" forse anche ovvia: la suddivisione per regioni, province e una suddivisione puramente amministrativa relativamente recente quindi ben diversa dalla suddivisione dal punto di vista tradizionale/folklorica, questa disomegeneità  ce la spiega molto bene R. Leydi. Quindi altra cosa assurda ਠil tradizionale italiano che i mass media vorrebbero farci ... Per farti un esempio se io dovessi modificare le regioni dal punto di vista
tradizionale il Salento sarebbe un'appendice della Calabria, così come il Cilento farebbe parte della Lucania e e buona parte della provincia di Matera dovrebbe essere della Puglia abbastanza chiara la suddivisione???

Entrando nello specifico montemaranese - vattinculo
Le aree geografiche di interesse sono contigue e tradizionalmente l una si sfuma nell altra e viceversa.
A grandi linee (abbastanza grossolanamente) possiamo dire che la montemaranese investe (o investiva) principalmente l'area della Com. Mont. Terminio Cervialto e il batticulo l'area del C.Mont. Alta Irpinia.

Ti accenno brevemente le similitudini e le differenze tra la montemaranese ed il vatticulo. Senza nessuna pretesa di completezza. Qui ci vorrebbe il supporto di un professionista che ha dato un notevole contributo sulla filmografia delle danze tradizionali. Per entrambi i balli, a mio avviso, la parte più importante e senza dubbio il fianco, però esso ਠ"utilizzato" in modo opposto, nel senso che per la montemaranese il fianco ਠsinonimo di empatia di amicizia di solidarietà , di comunicazione, del fare gruppo per un qualcosa comune. Invece nel vattinculo il fianco ਠutilizzato, come talaltro, scrisse il nostro "amico", per lo scontro non per l incontro, infatti devi dare una botta come da filmato.

Cosa succede oggi penso che non ci sia bisogno di spiegazioni! o forse si? Comunque, anche se ti fanno ridere, non leggere solo le discussioni del "nostro" amico, ce ne sono altre qui a fianco interessantissime che rispondono al cosa succede.


Col vatticulo si potrebbe iniziare così:

Me oglio i a ‘nzorà ne a monte frasca
Mi oglio i a piglià  na frascaiola
Non tene culo ca non tene frasche
Basta ca tene la cantina fresca

Oppure:

Me oglio i a ‘nzorane a battipaglia
Me oglio i a pigliò na pagliaiola
Non tene culo ca non tene paglia
Basta ca tene la pagliera bona

Da notare l assonanza col dialetto astigiano di Paolo Conte interpretato dai salernitani Avion Travel, "simcandapaglià©", cioà¨: siamo cani da pagliaio J


Il filmato sulla "general purpose" e composto da alcuni spezzoni e quindi non ਠunico. Avevo notato anch io la presenza di persone torinesi questo per dire! Ovviamente dare delle opinioni su un filmato così non basterebbe nemmeno una SOLITA tesi di laurea. Invece se vuoi approfondire sulla musica tradizionale irpina puoi iniziare dai CD della collana ETHINCA dedicati all Irpinia, anzi ti consiglio tutta la collana.
Comunque quest'anno se ti può interessare c'à¨:


ESTADANZA IN CAMPANIA
MONTEMARANO (AV)
17-23 agosto 2007

http://www.taranta.it/ED07-Mmr.html

Megliò di così non si può. Veramente meglio di così si potrebbe,
infatti manca la persona di cui ho accennato il curriculum qualche messaggio fa, Vabbਠma ci accontententiamo varo? :-) :-) :-) :-)
Potrebbe essere un candidato per un "Caporabballo d'Argento" alla carriera.


Poi magari ti metterò dei link per farti sentire come si canta (cantava, sono degli anni ottanta) in alta Irpinia.

Penso che come spunto vada bene?
Poi vediamo per le altre domande.

S veduma nà¨à¨à¨.

P.S. Se mi vieni a trovare ti porto alla sagra della "trotta" in una piccola frazione divisa al 50% tra Montemarano e Nusco di 50 abitanti circa, il numero ਠvariabile poich੠ogni tanto qualche volpacchiotto mangia qualche gallina.
Pechਠdalle mie parti si dice Prima la panza poi se c'ਠtempo la danza he he he.
A questo punto ti ricordo pubblicamente la promessa che mi hai fatto sul volumetto del 46 sui Partigiani di "Giustizia e Libertà " così non puoi non mantenerla.

montemaranese
Messaggi: 138
Iscritto il: 14 aprile 2006, 9:48
Località: irpinia

Messaggioda montemaranese » 31 luglio 2007, 14:15

Paternopoli ਠla linea di demarcazione tra la tarantella e lu tozzacul. anche se poi il vero tozzaculo ਠquello di caposele e di bisaccia. gli altri non sono veri e proprio tozzaculi. noi, a bisaccia a confine con potenza e foggia, e caposele a confine con salerno.


ti saluto ignorante torinesa
ti saluto ambiguo montellese
saluto il sito di pizzicata
saluto amici e nemici del sito

(questo ਠper voi ignoranti cocciuti della musica dell'irpinia):
A LAVA' LA CAPA A LI CIUCCI PIERD LU TIEMP E RU SAPON

e questo ਠil mio "epitaffio" CON IL QUALE SALUTO IL SITO. in omaggio a Z Rocc Cirillo, Maria Fecon e Z Rocc Ciangianella

"Veng ra tant' l'ntan'
so' v'nut' ra Vesazz
mò pigliat'v stu CAZZ
ca m n vac' e nu'n torn chiù"

a mai più rivederci/risentirci. i cari dotti della tarantella (IGNOBILI IGNORANTI) si possono ora sbizzarrire. CARLO Trono non c'ਠbisogno che mi banni, Mi NI VACOOOOOOO

Avatar utente
quirino
Messaggi: 225
Iscritto il: 1 gennaio 1970, 2:00

Messaggioda quirino » 31 luglio 2007, 18:07

Indove te ne vai?

montar
Messaggi: 316
Iscritto il: 23 marzo 2004, 15:24
Località: torino (origine: irpinia)

Messaggioda montar » 3 agosto 2007, 18:33

Vszz così mi fai passare per uno che spara sulla croce rossa e mi fai odiare da tutti, non ti preoccupare molti già  mi odiano quindi l incremento ਠpiccolo.

Per essere "aforismatico" alla Oscar Wilde, generally speaking, presi due amanti della stessa donna: ognuno di essi sta bene quando la incontra, possono star bene tra loro e senza la di loro diletta?

Ora ti faccio la SOLITA lezioncina personalizzata e improvvisata.
Io cosà  ho detto? L una si sfuma nell altra e viceversa per la par conditio.

Su Paternopoli. Guarda che sei l unico che chiama questo splendido paesino così, lì ci sono i migliori fruttaioli e verdumai ne conoscevo uno che era diventato amico di famiglia, veniva con un furgone fiat 850 blu: popi popi (il clacson come quello della torpedo blu). Il ridente paesino si chiama così solo da un secolo e mezzo circa, invece per tanti secoli si ਠchiamato PATERNO e tutti oggi lo chiamano Patierno.

La lezioncina personalizzata e improvvisata continua, prendiamo un tipico paese della "tua" area, per es. Conza.

Ballo tipico principale? Il Batticulo in 4 versioni:

Prima forma: Musica in 6/8, ballo di coppia, tipico inizio con inchino poi 8 passetti 2 per ogni misura musicale, quindi sull ultima battuta della quarta misura si scontrano le natiche sinistra con destra e cosi via si ritorna destra con sinistra.

Seconda forma: musica 4/4 ballo di coppia, inizio tipico con inchino si riducono i passi, ogni due misure la botta.

Terza forma: 4/4 in cerchio si da una botta alla propria compagna ed una a quella della coppia adiacente.

Quarta forma: 4/4 scomparsa da tanto tempo, i ragazzi si riempiono di botte a destra e sinistra fino a chi resiste.

Anche se parliamo di natiche, l anatomia meglio lasciarla ai forum di medicina. Tutt al più si potrebbe paralare di medicine bag.

Torniamo a noi, altri balli tipici: Quadriglia CunzHana, Polka CunzHana e Tarantella campagnola CunzHana. Famosissime le stornellate CunzHane.

Particolarità  del dialetto: la lettera H si trova anche nella minestra, es.

VHANTESINE = Grembiule
Hattareggrha = Gattina
Heggrha =Lei

Per chiarire le idee a t85, nel filmato la musica ਠuna montemaranese, il ballo potrebbe considerarsi una paternese, tarantella figurata e modernizzata ma non tanto nella velocità  perchਠanche in altri posti ho visto fare alcune figure , ma nelle movenze: infatti ad un'analisi anche poco approfondita si percepiscono movimenti legati a fraseggi moderni del clarinetto, ovviamente sono presenti palesi elementi di quadriglia, comandata dal bravissimo mastro di ballo primo ballerino, poi girata a batticulo (nel ballo.
La generica irpina?! Di generico non ha quasi nulla. In conclusione, la didascalia per il filmato dovrebbe essere così:

"Montemaranese nella Versione Paternese Girata vatticulo".
Come avevo anticipato a Ronna.

Così evitiamo di dare dell ignorante alla madamin !!!!!

T85 ti spiego ora cosa bisogna cantare in coro al nostro amico:

E l ammo fatto
e l ammo fatto
e l ammo fatto
arritirà 
E l ammo fatto
e l ammo fatto
e l ammo fatto
arritirà 
E pe nui non c ਠda fa
l ammo fatto arritirà 
E pe nui non c ਠda fà 
l ammo fatto fatto fatto fa
l ammo fatto arritirà 


E non te la prendere che sei un bravo suonatore di montemaranese e spero anche di watticulo ed il tuo amico mastro d'abballo ਠveramente bravo. Comunque se a te fa piacere mettiamo a "nudo" anche il resto del filmato anche se a te potrebbe interessare un po meno.

P.S. t85 mi sa che i TDM hanno lasciato traccia, questa sera ci sono ben tre solisti di cui due indiani, Ustad Shujaat Husain Khan suonatore di sitar,
Lagudi GJR Krishnan suonatore di violino e Mamadou Diabate del Mali col cora.

torinese85
Messaggi: 8
Iscritto il: 1 gennaio 1970, 2:00

Messaggioda torinese85 » 4 agosto 2007, 11:22

Si si Montar ho visto in uno dei filmati dove cantano queste strofe, bellissimo, si vede lo sfondo del paesello nel crepuscolo. Ci sono due gruppi che si sfidano con la musica, usano le fisarmoniche a mo di spada alzandole il più in alto possibile, prendono sulle spalle i suonatori per far sentire di più il suono. Sembrano degli eserciti che si sfidano a suon di note, e nell allontanamento tanti ragazzi che parteggiano da una parte e dall altra che cantano i versi:

E l ammo fatto
e l ammo fatto
e l ammo fatto
arritirà 
E l ammo fatto
e l ammo fatto
e l ammo fatto
arritirà 
E pe nui non c ਠda fa
l ammo fatto arritirà 
E pe nui non c ਠda fà 
l ammo fatto fatto fatto fa
l ammo fatto arritirà .

Bellissime sono anche le riprese dall alto, si vedono innumerevoli musicisti.


Ancora un grazie, comunque anche se la discussione ਠmirata ad una musica etnica locale con i tuoi fulmini a ciel sereno su altre musiche la discussione diventa senza frontiere, così come deve essere tutta la musica, la danza e ogni forma d'arte nel senso più ampio possibile.

Ma quanti sono che suonano?

Però non hai risposto al quesito machiavellico?

Ritornando al CD mi sembra che ci siano molte frasi a doppio senso relative al sesso?

Un forte abbraccio a te ed anche al nostro amico, sono sicura che ti associ anche tu.
Ancora un bacio.


P.S. Grazie per la segnalazione di ieri sera !
Non ti preoccupare per il libretto; Ho anche pianificato una escursione per settembre tenetevi liberi per un weekend.
Se verrò a trovarti ti porterò un barolo di 4 anni (senza solfiti :wink: ).

montar
Messaggi: 316
Iscritto il: 23 marzo 2004, 15:24
Località: torino (origine: irpinia)

Messaggioda montar » 4 agosto 2007, 12:11

Brava la mia t85.
Ovviamente mi associo all'abbraccio.
Hai scoperto il mio punto debole i solfiti :-)
Certo che non ti stanchi mai di fare domande.
Scrivi: -
<< Ma quanti sono che suonano >>?

Qui sta la differenza, negli altri paesi testਠmensionati i suonatori e cantori si possono contare sulle dita di una mano o due (ci sono anche gruppi in effetti: musicali e folcloristici) , invece a Montemarano non bastano le dita di cento persone.
Però nel momento più importante ci sono tanti altri ragazzi che suonano e non sono paesani ma altrettanto bravi, infatti conosco ragazzi di tanti paesi ! quindi la montemaranese spicca il volo in tutta la provincia attraverso questi bravi suonatori, ed ਠun volo di qualità  ! per non parlare dei tanti amici romani, sicuramente appartiene anche a loro ! insomma, appartiene a tutti quelli a cui piace questo "[b:62faf95800]piccolo mondo antico[/b:62faf95800]" a qualunque titolo e in qualunque modo (civilmente accettabile), questo vale per tutti i piccoli mondi antichi es. quello di Bajo Dora ( t85 lo conosci il coro bajolese? Ecco un'altro fulmine he he he). In Irpinia, così come in tutta Italia, ci sono ancora residui, non "relitti", di tanti altri balli che stanno scomparendo.
Riflettendo tra me e me penso che queste cose se non le avessi scritte qui non le avrei mai messe nero su bianco, chissà  quante persone le leggeranno? Veramente, spero che le leggano soltanto gli interessati! Altrimenti sai che palle !!!! Prova ad immagine se qualcuno appassionato di videogiochi provasse a leggere su questo forum? (Veramente e vero anche il contrario, io leggessi come realizzare una mappa per un video gioco? Però, in effetti le strutture di base sono le stesse di quelle delle fiabe! Infatti i giochi a computer rientrano pienamente nella teoria delle trentuno "azioni" formulata dal russo Vladimir Propp nel 1928. T86 ho esagerato (forse), però la teoria ਠvera, torniamo a noi.

Poi scrivi:-
<<Ritornando al CD mi sembra che ci siano molte frasi a doppio senso relative al sesso?>>
Ma dai non ਠmica vero! ti faccio un esempio con una strofetta nel CD:

Oi nà© e boi nà 
Vi sta femmena che te rà 
Te vo ra la fressorella
Pe te coce lo baccalà 

La fressorella ਠla padella, facendo cervellotici e contorti ragionamenti sono giunto alla conclusione che il cantore alludesse a due possibilità :

A) Una racchetta da ping pong

B) Un frisbi (disco di plastica da lanciare in spiaggia possibilmente)

Poichà© ho vagliato tutte le soluzioni possibili, potremmo fare un referendum ! come fanno i politici. A parte gli scherzi molti canti tradizionali dal nord al sud dello stivale passando per le isole alludono ad aspetti sessuali in chiave ironica magari con un lessico ed una narrativa diversa e sicuramente varcano anche la frontiera nazionale poichà© da che mondo e mondo !

Hops, t85 dimenticavo il Macchiavelli, ti recito un piccola poesia dedicata al mese delle rose (Maggio) relativa al periodo romantico napoletano. Da leggere con passione.

Maggio
Maggio
Maggio
Maggio scucciat e scriv!

ਠsolo rimandata.
Un abbraccio.


Per il Vszz : dai non fare così, se te ne vachiiiiii viene meno uno stimolo per continuare il romanzo sul "piccolo mondo antico". Che poi ਠanche il tuo.

RonnaPaulina
Messaggi: 191
Iscritto il: 1 gennaio 1970, 2:00

Messaggioda RonnaPaulina » 5 agosto 2007, 8:55

[quote:a98d47720a="montar"] ... nel filmato la musica ਠuna montemaranese, il ballo potrebbe considerarsi una paternese, tarantella figurata e modernizzata ... anche in altri posti ho visto fare alcune figure ,... ovviamente sono presenti palesi elementi di quadriglia, comandata dal bravissimo mastro di ballo primo ballerino, poi girata a batticulo... In conclusione, la didascalia per il filmato dovrebbe essere così:
"Montemaranese nella Versione Paternese Girata vatticulo".
Come avevo anticipato a Ronna. [/quote:a98d47720a]

Sì, grazie, Montar!
Ma chissà  cosa direbbe montemaranese se scoprisse che... Montemarano ਠin provincia di Naples, visto cosa pubblica una illustre ... ehm... "insegnante" di questo ballo, in uno stage di una settimana in Toscana che costa 1.400 dollari, vedi il link segnalato da Ialma nella discussione "ma chi ਠquesta AleandraBelloni":

"MONTEMARANESE a euphoric carnival dance from Montemarano (Naples) dating back to the Roman orgiastic celebrations in honor of Bacchus, the god of wine.Danced in a circle, wearing masks."

Altro che generica irpina!
Qui ਠdiventata generica campana!

Saluti!
Ultima modifica di RonnaPaulina il 5 agosto 2007, 18:32, modificato 1 volta in totale.

montar
Messaggi: 316
Iscritto il: 23 marzo 2004, 15:24
Località: torino (origine: irpinia)

Messaggioda montar » 5 agosto 2007, 18:04

Dear RonnaPaulina.
First of all, I'm sorry for my bad English but
I am very happy that you have mentioned me about this task but unfortunately I have no time for it.
Herebelow just few lines on the subject.

I have red onto Aleandra s website:

[b:80410bc7d9]"TARANTELLA ALLA MONTEMARANESE," danced in the streets of Montemarano (Campania) with masks and costumes during Carnival time.[/b:80410bc7d9]

In this statement there is a huge mistake.

[b:80410bc7d9]"TARANTELLA ALLA MONTEMARANESE" [/b:80410bc7d9], it is not a traditional tarantella from Montemarano, it was written by R. De Simone in 1975 taking some ideas from traditional tarantella of Montemarano. Here an example, he wrote a new melodic line on the staves based on the rhythmic of the tambourine, this melodic line does not exist as traditional melody.

Following ! onto the website:

"TAMMORRIATA," a very erotic dance from Naples!.

The "TAMMURRIATA" covers a large countryside between Naples, Salerno, Avellino and Caserta. There are mainly four type of TAMMURRIATA, some of them are very different.

So that dear Aleandra give me back 1399 U.S. dollars :-)
In any case:
You can find the most interesting article regarding this subject onto Play Boy magazine.

Concerning the followings statements I agree with her on " [b:80410bc7d9]the god of wine[/b:80410bc7d9]" ... :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D


"MONTEMARANESE a euphoric carnival dance from Montemarano (Naples) dating back to the Roman orgiastic celebrations in honor of Bacchus, the god of wine.Danced in a circle, wearing masks."


Looking forward to hearing from you.
Regards

Avatar utente
quirino
Messaggi: 225
Iscritto il: 1 gennaio 1970, 2:00

Messaggioda quirino » 6 agosto 2007, 9:04

Già  me la immaggino a NY City nela cattedrale "ora vi faccio un ballo di Montemarano, che stà  dall'altra parte dell'Oceano..." e qualcuna di quelli "Montemerano, Toscana, vicino terme di Saturnia? hoooo io una volta stata ma non ricordo ballo così..."

torinese85
Messaggi: 8
Iscritto il: 1 gennaio 1970, 2:00

Messaggioda torinese85 » 9 agosto 2007, 13:14

Montar che fai mi prendi in giro? Restituirò pan per focaccia, alla prossima curenta ti darò sacco di spintoni :D :D :D :D :D :D :wink: :wink:
Ho stampato un sacco di discussioni, alcune le trovo veramente belle e senza dubbio traspare una notevole preparazione in generale di tutti gli utenti. Mi piace tantissimo la discussione su Springsteen.

Poi ho trovato questa tua poesia ma non ci capisco più di tanto, lo so sto diventando una rompi ! :oops: :oops: :oops: :oops:


Questa storia che voglio dir
non tratta tarantate ne tarante
ma di tarantella fatta per gioir
senza curar l'irriverenze tante.

Di tutte le note ਠla profana
più di quella napoletana.

Mai zitelle son state contese
nessuno si azzuffa alla morte
ciò accadeva nella calabrese,
chi ogni anno ha la triste sorte?

No, ne tammurriate ne madonne
si, vogliam solo le belle donne.

Al ballo attive giovinette,
non malate con spade sguainate,
ma man abbellite da castagnette
di impossessate tarantolate?

Seno all'aria posson librare
col forte rischio di ammalare.

Non più contro chiesa e potenti
ma solo di gran bella lunga festa
or ora anche lor ballan contenti
nel gran bel mondo alla rovescia

nessun arcaico rito divino
ma solo tanto olezzo del vino

musicologo e giornalista,
dico di un sogno come 'mbrusino
la ciaramella perse di vista
come ardito usò il clarino

or ora nostro suono diletto
ਠsolo squillo del clarinetto

Narra Carducci in duplice filar,
nel suguire l'agitato bastone
mai dimenticar il lieto ondegiar
e seguir poi la giusta direzione

Ognuno a danzar come un gallo
senza scordare il caporabballo

stiamo parlando del bel paese,
di popolo geloso e cortese,
invita tutti e senza pretese
a ballare la montemaranese.


Il fini e il mezzo? Rimandi sempre !

Baci

montar
Messaggi: 316
Iscritto il: 23 marzo 2004, 15:24
Località: torino (origine: irpinia)

Messaggioda montar » 11 agosto 2007, 20:48

t85.
Con questa poesiola ho fatto strage di cuori :D :D :D :D :D :D
nonostante non abbia il ritmo giusto (vedi gli accenti sbagliati) e
manca anche della "musicalità " che avevo in mente.
Però penso che gli argomenti siano intrecciati abbastanza bene.

Ti ho preparato una parafrasi (scolastica) con una bella sorpresa he he he he :D :D :D :D :D :D.
Ciao

P.S. ma domande di pizzica non ne hai da fare? :D :D :D :D :D
Ultima modifica di montar il 11 agosto 2007, 21:30, modificato 1 volta in totale.

montar
Messaggi: 316
Iscritto il: 23 marzo 2004, 15:24
Località: torino (origine: irpinia)

Messaggioda montar » 11 agosto 2007, 21:27

Cara t85.
Ecco la parafrasi.

Non ਠla prima cosa che scrivo in forma "originale".
Ti ringrazio anticipatamente per averla messa nella forma giusta separando le strofe. Questa poesiola (chiamala come ti pare) come ti ho accennato non ha nessuna pretesa di rispettare la metrica, ho tentato di rispettare soltanto il numero di sillabe come da tipica espressione popolare (endecasillabe): sai tra gli esperti di metrica e filologia letteraria c ਠtanto disaccordo sul colto o popolare dell endecasillabe. Ma penso che gli aspetti metrici ti interessino poco.

Essa nacque come appunto di diario di viaggio a seguito delle chiacchiere fatte sul treno nel 2005, ha lo scopo di descrivere le differenze tra alcune forme di tarantelle che arrivano come un eco nella metropoli (es. prima di questa discussione quante persone che frequentano/leggono il forum conoscevano il ballo denominato "batticulo"? Non come ascolto per mezzo di CD) . Ho scelto questa forma perchà© anche se avessi commesso qualche errore ci sarebbe stata la "corsia" di fuga verso la licenza poetica he he he he. D altronde nello stesso treno conoscemmo, con i compagni di viaggio, un algerino che viveva in Belgio che ci spiegò il ritmo che viene eseguito nella sua zona di origine per l incitamento degli sposi durante la prima notte ! altro fulmine he he he

Vengo al dunque, come ti accennavo tenta di descrivere le differenze con altre forme di tarantelle quali: pizzica terapeutica, tarantelle dell area calabrese e le tammurriate campane. Con una descrizione finale del ballo e dell invito al ballo.
Visto che mi sei troppo simpatica te la spiego strofa per strofa, come una parafrasi scolastica he he he


[b:7aa39ff9db]Questa storia che voglio dir
non tratta tarantate ne tarante
ma di tarantella fatta per gioir
senza curar l'irriverenze tante.

Di tutte le note ਠla profana
più di quella napoletana.[/b:7aa39ff9db]


Patti chiari, qui escludo subito il legame con il tarantismo e metto in evidenza le irriverenze di una volta fatte dai poveri verso i ricchi, licenze permesse solo nel periodo di carnevale. D altronde ਠla stessa "irriverenza" nel canto alla Madonna di Montevergine nel CD in questione, sei d accordo Ronna?. Ovviamente se si ricorre al neolitico il legame con il tarantismo si trova, così come si troverebbe il legame tra la vetusta Abazia di Montevergine (AV, dove fu nascosta la Sacra Sindone durante la seconda guerra mondiale per non farla prendere ai tedeschi) e quella di Oropa (Piemonte).
Ovviamente presi come riferimento la danza processionale del carnevale, ed essendo legata al carnevale stesso si raggiunge il massimo del profano. L aspetto profano ਠben descritto dalle lettere del Cardinale Borromeo nel 500 (Mi sembra riferito alla città  di Novara).

[b:7aa39ff9db]Mai zitelle son state contese
nessuno si azzuffa alla morte
ciò accadeva nella calabrese,
chi ogni anno ha la triste sorte?[/b:7aa39ff9db]

In questa metto in evidenza l importanza nel rito nelle tarantelle di area calabrese, ovviamente dire calabrese ਠuna licenza poetica he he he. Comunque non erano rari gli accoltellamenti dovuti alle modalità  di "conduzione" del ballo, quindi ci poteva scappare il morto ( ci sono tante discussioni nel forum su questo aspetto ;-) ) . D altra parte nella festa del carnevale il tutto si chiude con il rito della morte del carnevale stesso, con tutte le interpretazioni che gli esperti ne danno e ne hanno dato e ne daranno.


[b:7aa39ff9db]No, ne tammurriate ne madonne
si, vogliam solo le belle donne.[/b:7aa39ff9db]

Qui metto in evidenza il punto di vista sacro delle tammuriate legato alle madonne campane, quindi per evidenziare ai puristi quale sacrilegio si commette a ballare e suonare una tammurriata senza avere interiormente l aspetto religioso cattolico. Che poi sempre partendo dal neolitico si potrebbe collegare alle varie Dea Madre / Sibilla sibillina alla dea Cibele etc. etc..


[b:7aa39ff9db]Al ballo attive giovinette,
non malate con spade sguainate,
ma man abbellite da castagnette
di impossessate tarantolate?[/b:7aa39ff9db]

Qui evidenzio ancora la completa differenza tra lo stato di chi balla per la cura del morso SIMBOLICO della tarantola con lo stato di chi balla con le castagnette e magari con un buon bicchiere di vino. Nel senso che a mio parer vi ਠun completo "opposto". Ma io non sono esperto di trance di pizza quindi !, a parte gli scherzi ਠuna materia molto specifica e specialistica, non mi sogno nemmeno di entrare in questo campo. Poi il riferimento alle spade e preso da un quadro che si trova nella chiesa della Madonna dell Arco (NA).

[b:7aa39ff9db]Seno all'aria posson librare
col forte rischio di ammalare.[/b:7aa39ff9db]

Il carnevale ricorre a Febbraio/Marzo: esattamente 40 giorni prima della prima domenica dopo il primo plenilunio dall equinozio di primavera.


[b:7aa39ff9db]Non più contro chiesa e potenti
ma solo di gran bella lunga festa
or ora anche lor ballan contenti
nel gran bel mondo alla rovescia[/b:7aa39ff9db]


Qui metto in evidenza il significato antico del carnevale dove per pochi giorni si ਠtutti uguali. Quindi poteva essere anche una ribellione temporanea verso il clero. Qui c ਠuna letteratura infinita sempre partendo dal neolitico! passando per i lupercali, baccanali !baccanti etc. per finire alla opposizione della chiesa !


[b:7aa39ff9db]nessun arcaico rito divino
ma solo tanto olezzo del vino[/b:7aa39ff9db]


In questa c ਠun richiamo a Dioniso ed il legame col vino, per riferimento vedi il post in inglese.
Ovviamente dove c ਠil vino c ਠDioniso, tutta la terra tranne: montagne rocciose, deserti e ghiacciai. Visto l effetto serra ho qualche dubbio sui ghiacciai.

X Quirino,
In effetti un riferimento alla tua Roma (antica) c ਠed ਠindiscutibile, infatti in una delle strofe c ਠil nome di un famoso imperatore che incendiò la città , quindi, tutto ਠlecito.
A Quiri , secondo gli antropologi ਠscientificamente accertato che i capostipiti della tarantella furono: Romolo, Numa Pompilio, Tullio Ostilio, Anco marzio, Tarquinio Prisco, Servio Tullio, e Tarquinio il Superbo. I riferimenti e le date riportati da RonnaPaulina sono sbagliati, infatti, già  ai tempi di bacco e Anna con le penne (Trisavola di Aleandra, siamo nel II / III sec. A.C, cioਠa cinque secoli dalla fondazione dell Urbe) possiamo parlare di chiara interpretazione di "riproposta".
Andiamo oltre. T85 quanto mi fai scrivere?

[b:7aa39ff9db]musicologo e giornalista,
dico di un sogno come 'mbrusino
la ciaramella perse di vista
come ardito usò il clarino

or ora nostro suono diletto
ਠsolo squillo del clarinetto[/b:7aa39ff9db]


T85 qui metto in evidenza la tipica domanda di chi va al carnevale per la prima volta:
da quanto tempo si usa il clarino?
Il nick name mensionato era un virtuosissimo della tarantella col clarino. In materia ci sarebbero tante storie da raccontare almeno pari al numero degli gli abitanti e tutte diverse.
La seconda strofa ਠuna licenza poetica, basta ascoltare il CD della discussione.

[b:7aa39ff9db]Narra Carducci in duplice filar,
nel seguire l'agitato bastone
mai dimenticar il lieto ondeggiar
e seguir poi la giusta direzione[/b:7aa39ff9db]

Qui faccio riferimento a Carducci per la sua celebre poesia e poi perch੠"destava"la cultura popolare. Il bastone e quello di chi controlla la sfilata (Mascarata) e l ondeggiamento ਠquello tipico dei danzatori (come da filmato). Insomma quei signori col cappello da fatina (appuntito)

[b:7aa39ff9db]
Ognuno a danzar come un gallo
senza scordare il caporabballo[/b:7aa39ff9db]

Qui evidenzio tutte le più celebri interpretazioni riguardanti il pennuto domestico, però non capisco se si tratta del galletto simbolo della Francia, oppure quello tipico portoghese, oppure una gallina padovana o addiritura Verdone che interpreta il Gallo Cedrone. Oppure a riferimenti archeologici trovati in Calabria. Evidentemente mi sfugge qualche dettaglio he he he he he.
Magari qualche legame ci sarà  BOOOHh.

[b:7aa39ff9db]
stiamo parlando del bel paese,
di popolo geloso e cortese,
invita tutti e senza pretese
a ballare la montemaranese.[/b:7aa39ff9db]

Qui in quattro righe, pienamente esaustive , descrivo il carattere dei locali.


Come epilogo voglio mettere evidenza una cosa per quanto riguarda i corsi e stage di montemaranese. Anche se nello stage si balla in cerchio a mio avviso, se si vuol fare un opera buona si dovrebbe spiegare sempre la modalità  di ballo processionale e come viene controllato, anche con esempi pratici danzerecci, in quanto poi chi vuole vedere le cose da vicino, dove va e quando va? Certamente non va alla festa paesana di BISACCIA e nemmeno a quella di Montella.


LA SORPRESA.
T85 ho pensato una cosa. Se tu continui a fare domande come ricompensa farai un bel lavoretto editoriale per me, cioਠorganizzerai questa discussione in forma di libretto, con tutte le dovute correzioni. Inclusa la correzione dei miei strafalcioni grammaticali. Ovviamente se qualche utente partecipante alla discussione non ਠd accordo verrà  rimosso dal libretto ed io scriverò il testo mancante in modo originale d indipendente, come hai potuto notare la fantasia non manca.
In più ci potresti aggiungere altre mie opinioni stand-alone che ho buttato giù qua e là . Visto che stai leggendo certosinamente tutte le discussioni !

Per quanto riguarda la tiratura io direi che 2 copie potrebbero bastare: una per me e una per te!


Ti ho messo alle strette he he he he

Il titolo dell opuscoletto potrebbe essere:

"Liberi Pensieri Su ! Tratti Dal Forum Di !."

Puoi cambiare tutto tranne "Liberi"

Allora il ROMANZO continua !? Se affermativo ti posterò una bozza di un articolo mai pubblicato.

Soddisfacente?
Saluti e baci.

P.S.
Ti girerò un po di mailing list così sarai informata su tutto l etnico del mondo in zona (vedi i gruppi indiani e del Mali).


Torna a “Iniziative di Pizzicata.it”