Gruppo di lavoro sull'associazione culturale

CarloTrono
Amministratore
Messaggi: 977
Iscritto il: 11 maggio 2003, 11:06
Località: Copertino (Lecce)
Contatta:

Gruppo di lavoro sull'associazione culturale

Messaggioda CarloTrono » 7 gennaio 2007, 0:43


giannino
Messaggi: 568
Iscritto il: 27 luglio 2003, 12:59
Località: Paris
Contatta:

Messaggioda giannino » 8 gennaio 2007, 13:01

Ultima modifica di giannino il 8 gennaio 2007, 15:19, modificato 1 volta in totale.

Avatar utente
andreap
Messaggi: 194
Iscritto il: 21 novembre 2005, 20:05
Località: Ronciglione (VT)
Contatta:

Messaggioda andreap » 8 gennaio 2007, 14:53


articolo6
Messaggi: 72
Iscritto il: 7 maggio 2006, 21:06

Messaggioda articolo6 » 8 gennaio 2007, 15:30


articolo6
Messaggi: 72
Iscritto il: 7 maggio 2006, 21:06

Messaggioda articolo6 » 8 gennaio 2007, 15:32


Avatar utente
andreap
Messaggi: 194
Iscritto il: 21 novembre 2005, 20:05
Località: Ronciglione (VT)
Contatta:

Messaggioda andreap » 8 gennaio 2007, 15:58


march
Messaggi: 221
Iscritto il: 29 maggio 2003, 15:13
Località: Milano
Contatta:

Messaggioda march » 9 gennaio 2007, 19:56


Avvocatista
Messaggi: 335
Iscritto il: 1 dicembre 2005, 12:39
Contatta:

Messaggioda Avvocatista » 17 gennaio 2007, 12:58

Tra le associazioni più longeve e meritorie vi é sicuramente "L'accademia della Crusca" che si propone di:

sostenere, attraverso i suoi Centri specializzati e in rapporto di collaborazione e integrazione con le Università , l'attività  scientifica e la formazione di nuovi ricercatori nel campo della linguistica e della filologia italiana;

acquisire e diffondere, nella società  italiana e in particolare nella scuola, la conoscenza storica della nostra lingua e la coscienza critica della sua evoluzione attuale, nel quadro degli scambi interlinguistici del mondo contemporaneo;

collaborare con le principali istituzioni affini di Paesi esteri e con le istituzioni governative italiane e dell'Unione Europea per la politica a favore del plurilinguismo del nostro continente.

http://www.accademiadellacrusca.it/l_accademia.shtml

Il successo di questa accademia credo si debba anche alla sua capacità  di fare rete, oltre a essere stata capace di farsi riconoscere come custode della lingua italiana.

Mi piacerebbe che la nascente associazione culturale si ispirasse alla filosofia dell'Accademia della Crusca.

Avatar utente
dada
Messaggi: 109
Iscritto il: 17 agosto 2003, 13:29
Località: Bari
Contatta:

Messaggioda dada » 19 gennaio 2007, 12:12

Un paio di giorni fa avevo proposto a Carlo di inserire questa discussione all'ordine del giorno nel workshop di preparazione al convegno che si terra' ad Alessano il 2 febbraio. Credo che il confronto delle proprie idee "de visu" sia ancora la forma migliore di discussione, senza nulla togliere alla comodita' e rapidita' dei forum come questo. :)
Pero' il capitano mi faceva, giustamente, notare che quel giorno di carne al fuoco ce ne sara' gia' parecchia... ergo e' probabile che non si riesca a parlare anche della costituenda associazione.
Allora non posso far altro che inserire anche le mie idee qui.
Per quanto riguarda finalita' - scopi - attivita', ovvero gli argomenti su cui Carlo ci chiedeva un parere, tutto sommato mi trovo abbastanza d'accordo con quanto detto finora. Ovviamente qualche mia idea differisce, ma forse sono solo sottigliezze, e cmq ci sara' modo e tempo per parlare dei dettagli.
Quello che invece vorrei mettere da subito sul piatto della discussione e' sostanzialmente un mio grande timore, nonche' la mia principale remora sulla costituzione di Pizzicata.it in associazione.
Temo, detto in parole povere, che sara' ben difficile mantenere l'associazione scevra da ogni "idea" di lucro, dal momento che si sta decidendo di farne anche una *organizzatrice* di "manifestazioni"...
Spero di sbagliarmi, ovviamente, ma per esperienza so che quando s'inizia anche solo ad intravedere un giro di soldi (e intorno alle manifestazioni popolari, specie nel Salento, di soldi ne girano anche troppi) mantenersi davvero puliti e' impresa ben ardua. E questo facilmente porta a scazzi vari e a deviazioni dalle finalita' originali.
Anche per questo motivo, ma non solo, gradirei che le "cariche" associative (i vari: presidente, vicepresidente, segretario, tesoriere, e chi piu' ne ha piu' metta) siano:
1) limitate in numero (trovo inutile e troppo burocratico avere tante cariche in una piccola associazione),
2) sempre elettive (nessun meccanismo automatico di passaggio di cariche, del tipo che il vice- diventa presidente e poi past-president, ecc),
3) limitate nel tempo (ovvero che gli eletti durino in carica al massimo 2 anni, per avere anche un buon ricambio di idee al vertice),
4) elette in maniera molto "popolare" (ovvero richiedano la partecipazione di un buon numero di associati, pena l'invalidita')

Il vespaio e' smosso... ora a voi la parola! ;)
baci
dada

P.S. approfitto di questo post per mandare un augurio/complimento agli Aramire' che oggi suonano a New York! :D

march
Messaggi: 221
Iscritto il: 29 maggio 2003, 15:13
Località: Milano
Contatta:

Senza scopo di lucro

Messaggioda march » 19 gennaio 2007, 14:32

Da quel poco che so io, un'associazione senza scopo di lucro non é un'associazione che va sempre in perdita o pareggia sempre il bilancio.
Semplicemente é un'associazione che non distribuisce i profitti a chi ha contribuito di propria tasca a formare il capitale sociale.

Un'associazione senza scopo di lucro comunque remunera le risorse utilizzate, comprese le risorse umane che ci partecipano.
é possibile che generi un utile, ma il vincolo é che l'utile non viene distribuito, ma reinvestito in attività  legate al suo statuto.

Chi ne sa di più può corregermi?

Dada, ho interpretato male la tua preoccupazione?

articolo6
Messaggi: 72
Iscritto il: 7 maggio 2006, 21:06

Messaggioda articolo6 » 19 gennaio 2007, 15:25

March hai perfettamente ragione. Le associazioni come altre forme giuridiche svolgono attività  economica e lo fanno non per spirito santo ma attraverso proprio collaboratori (interni e esterni) e consulenti che debbono essere pagati. Tra questi collaboratori vi possono essere i propri soci che se incaricati dal proprio CdA possono svolgere attività  ed essere remunerati. Il preventivo incarico serve solo ai fini del quieto vivere tra i soci e niente é imposto dal codice civile. Alcune amministrazioni pubbliche ai fine di rendicontare i finanziamenti che erogano possono richiedere l'autorizzazione al fine di evitare che occultamente vengano rendicontati i costi degli amministratori che per definizione considerano non rendicontabili. Personalmente dirigo un associazione senza scopo di lucro con 30 dipendenti, un centinaio di collaboratori e un migliaio di liberi professionisti. Non si pone ovviamente da statuto il problema della divisione degli utili, i soci si ritengono soddisfatti dal perseguimento della mission, ossia dell'ideale che sta alla base dello stare insieme. Ma é proprio per questa ragione che molti finanziamenti richiedono il "senza scopo di lucro".

Avatar utente
dada
Messaggi: 109
Iscritto il: 17 agosto 2003, 13:29
Località: Bari
Contatta:

Re: Senza scopo di lucro

Messaggioda dada » 19 gennaio 2007, 23:58

[quote="march"]
Dada, ho interpretato male la tua preoccupazione?[/quote]

Ciao Marcello,
non hai interpretato male, semmai in modo un po' restrittivo! :)
Non ho alcuna nozione legal-commercialistica, e quindi il senso del mio discorso voleva essere un po' piu' ampio, non certo tecnico.
Purtroppo ho alle spalle una lunga esperienza in diverse associazioni "non a scopo di lucro" (ovviamente in tutt'altro campo). Peraltro in due di queste, che sono a livello nazionale, ho ricoperto cariche fino alla vicepresidenza (e se non me ne fossi andata ora sarei, automaticamente, presidente). Altre invece erano realta' piu' piccole e locali, ma i risultati sono stati gli stessi: ogni volta ho mollato, dopo anni ed anni di sacrifici personali ed economici in nome di cause in cui credevo fermamente, perche' ho sempre visto morire di stenti tutti quegli ideali e quei valori sui quali queste associazioni si sono costituite.
Questo per dirti che i punti che ho elencato nel mio precedente post non sono altro che le osservazioni maturate in queste esperienze.
Poi magari i miei timori sono, in questo caso, del tutto infondati... ma questo era il contributo che "sentivo" di dare ad un'altra causa in cui fermamente credo! :)

dada

Avatar utente
evanmac
Messaggi: 8
Iscritto il: 30 dicembre 2005, 20:14
Contatta:

Messaggioda evanmac » 2 febbraio 2007, 19:46


CarloTrono
Amministratore
Messaggi: 977
Iscritto il: 11 maggio 2003, 11:06
Località: Copertino (Lecce)
Contatta:

Messaggioda CarloTrono » 6 gennaio 2008, 19:43

ecco una bozza dello statuto dell'associazione culturale "Pizzicata.it"
ad oggi, 6 Gennaio 2008, manca ancora da definire tutto l'articolo delle finalità  e delle attività , che essendo il più delicato ਠstato per adesso solo abbozzato.
Vi invito a contribuire e a suggerire.
http://docs.google.com/Doc?id=dfncd6s_3fnt7mq

noterete subito che il campo di applicazione dell'associazione non ਠstato limitato al Salento o alla Puglia...anzi, non ਠstato limitato affatto. I limiti dell'associazione saranno dati solo dall'interesse e dalla presenza nel territorio degli associati.

L'assemblea costitutiva dell'associazione sarà  fissata nei prossimi giorni e si svolgerà  o questo o il prossimo fine settimana AL MASSIMO.
Stative 'ncorti !

betsabea
Messaggi: 383
Iscritto il: 31 maggio 2004, 18:28

Messaggioda betsabea » 8 gennaio 2008, 18:27

Mi piacciono molto i punti di giannino: pochi, chiari, concreti e.. fattibili.

Meno (sorry) quelli di articolo6: troppe cose, molte difficilmente realizzabili, soprattutto all'inizio.

Per il documento di carlo: non ਠbanale il lavoro che resta da fare sull'articolo 2, tanto più sarà  chiaro tanti problemi in meno si creeranno in seguito. Soprattutto ਠimportante definire le modalità  con le quali si vuole operare, ovvero QUALI sono in concreto le attività  che rispondano alle finalità  di "contribuire all'identificazione, alla documentazione, allo studio, alla preservazione e alla difesa del patrimonio musicale di tradizione orale...".

Scusassero se mi intrometto... : )

Gianlu
Messaggi: 215
Iscritto il: 24 settembre 2005, 20:37
Località: provincia di Foggia

Messaggioda Gianlu » 8 gennaio 2008, 21:26

Vado un po' di fretta.... mi scusino le corbellerie. Premetto che anche io sono a digiuno di assciazioni, comitati, enti, gruppi, fondi, e chi ne ha ...ne ha di più.... condivido pienamente che a questo punto il discorso soldo può diventare molto pericoloso, ma in fondo ਠun rischio che si deve correre. Ultimamente la baracca iniziava a sapere di muffa e questo potrebbe esserne la naturale evoluzione.

Mi chiedo: ad associazione costituita, a statuto definito, quali problemi pratici si possono incontrare nel confronto di idee e opinioni degli associati? Beh, suppongo possano essere non molto diversi da quelli che possiamo trovare spulciando un po' ovunque nel forum. Quindi potrebbe essere una base di partenza per evitare "errori" dimodi e impostazioni in un certo senso già  fatti...

Damiano
Messaggi: 528
Iscritto il: 10 novembre 2003, 22:10

Messaggioda Damiano » 10 gennaio 2008, 12:40


stambali
Messaggi: 80
Iscritto il: 1 giugno 2006, 0:21

Messaggioda stambali » 12 gennaio 2008, 11:24


CarloTrono
Amministratore
Messaggi: 977
Iscritto il: 11 maggio 2003, 11:06
Località: Copertino (Lecce)
Contatta:

Messaggioda CarloTrono » 12 gennaio 2008, 16:39


marioFB
Messaggi: 62
Iscritto il: 26 luglio 2005, 20:26
Località: Milano
Contatta:

Messaggioda marioFB » 13 gennaio 2008, 14:51



Torna a “Iniziative di Pizzicata.it”